SEGNALAZIONI DEI CITTADINI: STRADA DISSESTASTA, BUCHE, TOPI E RIFIUTI, DENUNCIA DI UN CITTADINO
Di Redazione (del 29/05/2009 @ 16:00:34, in Territorio, letto 5395 volte)

 

La Sig. Cinzia ha richiesto l'intervento delle videocamere di Grottaglie in rete per portare l'attenzione su un problema di cui ha già dato manifestazione nelle sedi opportune senza trarre alcun risultato.

 

Riportiamo testualmente la sua lettera:

 

"Buongiorno … vorrei segnalare la seguente situazione: abito da più di 20 anni nella via Sant’Elia parte I a Grottaglie (TA) e la situazione stradale con gli anni invece di progredire è andata via via peggiorando rendendo la via pericolosa sia per chi l’attraversa a piedi sia per chi l’attraversa con la macchina, difatti si contano molteplici buche e deterioramenti (così come documentano le foto allegate) per non parlare della situazione igienico sanitaria che è alquanto precaria (non ho mai visto un operatore ecologico per non parlare di cassonetti!).

 

Accade spesso di veder circolare topi e ranocchi per non parlare degli insetti di vario tipo. Ho interpellato il comune che mi ha promesso la sistemazione ma ancora non si vede nessun intervento. Inoltre da circa due mesi c’è un tombino semiaperto (ved. foto allegate) e nonostante le varie segnalazioni ai vigili urbani ed allo stesso comune è ancora così.

 

Premetto che la suddetta strada, oltre ad essere l’unica via d’accesso alla mia abitazione, è anche via di transito per molti studenti che si recano presso le vicine scuole: Liceo Moscati e Don Milani – Pertini, nonché bambini della scuola elementare Sant’Elia. Bisogna aspettare che succeda qualcosa per poi intervenire? È forse questa la mentalità italiana?

 

Mi sembra che in più di un’occasione in Italia la prassi sia questa: 1) qualcuno avvisa di un pericolo; 2) chi di dovere puntualmente lo ignora; 3) accade l’irreparabile; 4) si piange e ci si lamenta perché le segnalazioni non sono state ascoltate! Non mi sembra che nel 2009 si possa ancora stare in una situazione del genere e non credo neanche che chiedere di asfaltare una strada e di pulirla sia come chiedere la famosa luna nel pozzo ma solo di vivere in uno stato di maggiore civiltà e sicurezza. Faccio notare che siamo a due passi dall’Ospedale San Marco!! Ogni volta che esco da casa mia rischio di rompermi una gamba o rompere l’auto e per di più ho un fratello diversamente abile a cui devo fare ancora più attenzione perché non si faccia male.

 


Vi inviterei a fare una “passeggiata” nella via su indicata perché la realtà è ben peggiore di ciò che le parole e le immagini possono documentare e una volta tanto spero che gli avvertimenti non cadano nel vuoto!
Cinzia"

 


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie