ATTENTATO A KABUL: UCCISI 6 PARACUDISTI ITALIANI DELLA FOLGORE. TRAGEDIA IN AFGHANISTAN
Di Redazione (del 17/09/2009 @ 12:09:45, in Italia, letto 5687 volte)

KABUL UCCISI PARà

 

Il tenente Antonio Fortunato, originario di Lagonegro (Potenza); il primo caporal maggiore Matteo Mureddu, di Oristano; il primo caporal maggiore Davide Ricchiuto, nativo di Glarus (Svizzera); il sergente maggiore Roberto Valente, di Napoli, e il primo caporal maggiore Gian Domenico Pistonami, di Orvieto: sono questi i nomi di cinque dei sei militari italiani morti in Afghanistan. Li hanno resi noti fonti della Difesa, dopo aver avvisato i familiari dei soldati uccisi.

 

6 militari italiani sono putroppo morti e altri quattro sono rimasti feriti in modo grave in Afghanistan in seguito ad un attentato kamikaze che ha colpito un convoglio della Nato sulla strada che porta dal centro cittadino all'aeroporto di Kabul. Sia i morti che i feriti (quest'ultimi non sarebbero in pericolo di vita) sono tutti del 186esimo Reggimento Paracadutisti Folgore. Nello scoppio sono rimasti coinvolti due blindati italiani di scorta al convoglio. Lo confermano fonti del ministero della Difesa e dello Stato maggiore della Difesa. «Gli effetti sono stati devastanti, dunque è da escludere un attacco con esplosivo piazzato sulla strada», ha sottolineato una fonte militare, confermando che «le sei vittime sono tutte italiane».
Oltre ai nostri 6 militari morti ci sarebbero, tra i civili, anche due vittime afghane, forse i due kamikaze. I morti italiani sono quattro caporal maggiore, un sergente maggiore e il tenente che comandava i due blindati Lince coinvolti nell'attentato.


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie