VIVERE A GROTTAGLIE: RIUSCIAMO A COGLIERE DAVVERO LE OPPORTUNITA’ CULTURALI CHE LA CITTA’ OFFRE?
Di Stefania Fanigliulo (del 19/04/2010 @ 11:03:23, in Editoriali, letto 3976 volte)

Eventi che chiudono i battenti prima della fine della programmazione (vedi la rassegna musicale organizzata dall’associazione Intersezioni, chiusa per assenza di spettatori), un cinema in cui si crea la ressa solo nei periodi dei cinepanettoni e cinecocomeri, mostre d’arte disertate e snobbate: ma siamo davvero sicuri che chi si lamenta del fatto che a Grottaglie non ci sia nulla da fare lo faccia con cognizione di causa?

 

 

Il nostro paese conta ormai decine di associazioni, da quelle sportive a quelle politico culturali, ognuna delle quali porta avanti una serie di tematiche interessanti e organizza periodicamente eventi ai quali tutti sono esortati a partecipare.

Ci sono dibattiti sui temi più disparati a cui prendere parte, ci sono manifestazioni sportive nelle quali andare a tifare, concerti da ascoltare, mostre da visitare, tradizioni da riscoprire, c’è il cinema c’è il teatro!

Non voglio fare l’elenco delle cose che ci sarebbero da fare per esempio in questo fine settimana: ognuno di noi deve avere le antenne alzate, pronte a captare ciò che di bello questo paese ci può offrire!

La curiosità di capire ciò che ci accade intorno dovrebbe essere la molla che ci spinge ad intervenire, ad informarci, anche a sperimentare!Non è detto che per andare ad una mostra sia necessario essere un critico d’arte o che il teatro debba essere appannaggio di un determinato genere di persona..è sufficiente avere l’apertura mentale che ci consenta di avvicinarci al nuovo, di uscire dalla nostra “zona di comfort” per fare esperienze diverse.

Certo la partecipazione richiede attività, coinvolgimento, un certo impegno insomma: non sarà più facile rimanere sprofondati in poltrona con il telecomando in mano che tanto a Grottaglie non c’è mai niente di bello da fare?

 

 


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie