PARLAMENTO DEI GIOVANI: LE REGOLE DELLA DEMOCRAZIA SI IMPARANO TRA I BANCHI DI SCUOLA
Di Mariangela Martellotta (del 10/01/2011 @ 08:35:23, in Puglia, letto 3429 volte)

Si sono appena insediati e tra qualche giorno cominceranno le attività i neo-eletti del “Parlamento Regionale dei Giovani”. Grottaglie, assieme a Crispiano, Martina Franca, Sava, e Manduria rientrava nel 3° dei 3 collegi della provincia di Taranto, con un parlamentare nominato. Fra i candidati a rappresentare gli istituti grottagliesi, erano in lista Buonfrate Ciro e Argese Pierangelo, entrambi dell’ I.I.S. “Don Milani- Pertini”.

Agli inizi di Novembre l’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale della Puglia ha approvato la realizzazione dell’edizione del Parlamento dei Giovani 2010/2011. Le elezioni per la nomina del nuovo Parlamento dei Giovani si sono svolte il 20 dicembre 2010. Ogni scuola ha costituito un seggio elettorale per sede e ha provveduto a nominare una commissione composta da un docente – con funzione di Presidente e da due studenti (esclusi i candidati).

I candidati erano di regola ragazzi dai 16 anni in su e le candidature sono state presentate entro fino al 14 dicembre 2010. Il diritto al voto era per tutti gli studenti, con la prescrizione di esprimere una sola preferenza. Quest’anno sono stati in tutto 170 gli studenti candidati al “Parlamento dei Giovani” (114 maschi, 56 femmine), circa il 25% in più rispetto ai candidati dello scorso 2009-2010.

Ai 40 parlamentari votati si sono aggiunti i 5 studenti nominati dalle consulte provinciali. La campagna elettorale non è stata soggetta ad alcun dettame particolare: ciascuno poteva portarla avanti nelle forme ritenute più idonee e in tutte le scuole del collegio di appartenenza. Anche gli studenti under 16 – sebbene non si siano potuti candidare – hanno potuto esprimere col voto la propria preferenza.

 



La commissione organizzatrice dichiara di aver ricevuto anche oltre la data di scadenza del 15 dicembre, telefonate ed e-mail di scuole che chiedevano l’inserimento dei propri studenti, ma la comunicazione trasmessa alle scuole e pubblicata sul sito istituzionale specificava che non sarebbero state prese in considerazione altre candidature pervenute oltre il giorno e l’ora indicata nella circolare, e così è stato: una regola a quanto pare rispettata da sempre a garanzia dell’imparzialità del progetto e nel rispetto degli stessi giovani candidati ed elettori, proprio perché il lamentarsi dello scarso rispetto delle regole nella società e delle forme diffuse di prevaricazione sia in questo caso un “non luogo comune”.

Alle votazioni di Dicembre è stata registrata un’affluenza di quasi 80.000 studenti (il 30% in più rispetto alle scorse elezioni), che hanno votato i 180 studenti candidati. La provincia dove si è votato di più è stata Bari con 26.781 elettori, quella in cui si è votato di meno è stato il collegio Taranto 2. Lo studente più votato è stato Marco Colella del Liceo Statale “Tedone” di Ruvo di Puglia con 2875 voti, seguito da Lucia Diele del Liceo Linguistico Statale “Federico II” di Altamura con 2226 voti.

Il nuovo Parlamento dei Giovani è composto da 40 persone (25 ragazzi e 15 ragazze). Questi i nomi dei parlamentari eletti divisi per province: Bari (10) : Lorusso Marica, Caradonna Vito, De Lorenzo Roberto, Fogu Angelica, Colella Marco, Anelli Cristian, Diele Lucia, Di Palma Patrizia, Mezzapesa Pasquale, D’Elia Marika; Bat (4) : Rossi Antonio, Grippo Pietro, Bruni Emanuele, Pepe Pasquale; Brindisi (5) : Leone Giuseppe, Argentieri Davide, Fusco Francesco, Mancino Dario Pio, Anglani Alfredo; Foggia(7): Postiglione Antonio Pio, Ciavarella Rossella, Pennelli Mario Vincenzo Pio, Vergura Giovanni, Pepe Francesca, Bucci Daria, Stornelli Fabio; Lecce (9) : Torsello Edoardo, Ricci Andrea, Rubino Federica, Morciano Francesca, Colì Andrea, Caputo Claudia, Zecca Nemola, De Giorgi Aldo, Statilani Vanessa; Taranto (5) : Caramia Antonio, Marini Gianluca, La Sorsa Paola, Lombardi Marcello, Ancona Marcella.

 



A questi vanno aggiunti i 5 rappresentanti delle Consulte provinciali degli Studenti. La finalità di questo Parlamento è di incoraggiare i giovani a essere cittadini attivi nel sistema della “democrazia partecipata” proponendo soluzioni ai problemi del territorio. La sfida è di individuare un tema di interesse regionale e lavorare tutti insieme per presentare al Consiglio Regionale della Puglia la visione dei giovani sull’argomento anche attraverso proposte di legge.

Nell’ultima legislatura, ad esempio, i parlamentari hanno scelto il tema dell’ambiente, presentando una proposta per obbligare tutti gli enti pubblici che operano in Puglia ad utilizzare la carta riciclata oltre ad un progetto sperimentale per l’utilizzo dell’e-book. I giovani parlamentari hanno potuto svolgere questo compito grazie alle assemblee plenarie organizzate a Bari presso l’Aula del Consiglio Regionale e quotidianamente in un’aula-forum virtuale che gli ha permesso di lavorare a distanza.

 

 

immagine: www.parlamentogiovanipuglia.org


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie