COMPARTO C8: PER IL TAR E' TUTTO LEGITTIMO
Di Staff (del 10/12/2007 @ 11:21:41, in Ambiente, letto 3884 volte)

Il Tar di Lecce ha confermato la piena legittimità del piano particolareggiato del comparto “C8”, respingendo il ricorso proposto nei mesi scorsi da alcuni cittadini. A renderlo noto è il vicesindaco Francesco Donatelli, assessore comunale all’Urbanistica. «Il 15 dicembre 2006, con l’approvazione, da parte del Consiglio comunale, del Piano Particolareggiato del Comparto “C8” – dichiara il vicesindaco Donatelli - pensavamo che si potessero finalmente concretizzare le giuste aspettative dei numerosi proprietari dell’area che si colloca tra Via Ennio e Via Senatore Gaspare Pignatelli. Un ricorso presentato da alcuni proprietari ha creato preoccupazioni a tali attese e si è dovuto attendere la decisione del T. A.R. emessa nei giorni scorsi per vedere dichiarata l’assoluta legittimità dell’operato del Comune brillantemente difeso nella circostanza dall’avv. Irene Vaglia. Peccato che ciò ha comportato un ritardo di circa un anno per tutti i proprietari interessati e un danno economico per le casse comunali. In ogni caso, finalmente, si può ora dare attuazione alla proposta dell’Assessorato all’Urbanistica e deliberata dal Consiglio comunale che si è mosso in linea con la prescrizione della Regione Puglia la quale prevede che “per l’intero Comparto “C8” dovrà essere redatto un Piano Particolareggiato, con finalità di recupero e tutela delle emergenze ambientali ed architettoniche presenti, ma anche idoneo a garantire un razionale completamento degli interventi di edificazione del Comparto».

 

Per l’assessore Donatelli «la soddisfazione è giustificata da tante ragioni, due delle quali sono particolarmente significative». «Dopo aver approvato una dozzina di Piani di Lottizzazioni ad iniziativa dei privati, - spiega il vicesindaco - è stato portato a conclusione uno strumento urbanistico ad iniziativa pubblica predisposto con professionalità e competenza dal personale del Settore Urbanistico dell’Ufficio Tecnico Comunale (diretto dal Dirigente dell’Area Tecnica e dal Responsabile del Settore Urbanistico, architetti Giovanni Narracci e Vincenzo Cavallo) e del Settore Affari Generali diretto dal dottore Giuseppe Cancelliere. Strumento urbanistico, è bene precisare, redatto nel rispetto delle normative quali gli studi specialistici del P. U.T. T./Paesaggio, del Piano di Assetto Idrogeologico e dell’istituzione del Parco naturale “Terra delle Gravine”». Il secondo motivo di soddisfazione sta nelle scelte urbanistiche operate con il Piano approvato. «Infatti – aggiunge Donatelli - da una parte si consente il recupero sia della gravina che della ex Villa Gemmato, dall’altra la riqualificazione di abitazioni ed aree degradate con possibilità di nuove edificazioni. Inoltre, sarà realizzato un parcheggio adiacente al centro storico in linea con le indicazioni contenute nel Piano Cervellati e, infine, la ex Villa Gemmato sarà destinata a struttura turistico ricettiva di eccellenza di cui Grottaglie ha tanto bisogno>>.

 

Fonte: Corriere del Giorno


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie