I RIFIUTI CAMPANI A GROTTAGLIE ?
Di Staff (del 08/01/2008 @ 16:00:49, in Ambiente, letto 3772 volte)

Ci sono già le richieste degli imprenditori privati. E nella serata di ieri gli uffici di Palazzo Chigi hanno sondato la disponibilità della Regione: chiedono a Vendola, così come agli altri governatori del centro sud, un aiuto a smaltire l´immondizia che è per le strade di Napoli. Nelle prossime ore in Puglia potrebbero quindi arrivare i rifiuti campani: quelli speciali, il cui trasporto è consentito dalla legge. Ma anche i solidi urbani, l´immondizia comune, che normalmente non può andare fuori regione ma che sarebbe autorizzata al viaggio da un decreto straordinario firmato dal presidente Romano Prodi.

«Siamo stati contattati da Palazzo Chigi - ammette il vicepresdente della Giunta, Sandro Frisullo - Il commissario Vendola è fuori, oggi ci aggiorneremo e sarà lui a decidere. Certo è che in un quadro generale, se altre regioni daranno il via libera, non potremo che essere solidali con gli amici campani. Sia chiaro, però, che si tratterebbe di un aiuto straordinario, questione di pochi giorni». «Un atto di solidarietà», come lo chiama Frisullo, che però non piace a molti pugliesi.

Da Canosa a Taranto, dove cioè ci sono gli impianti che possono smaltire i rifiuti speciali, sono già pronti ad alzare le barricate. «Ne abbiamo già tanta, non vogliamo altra immondizia anche se soltanto per pochi giorni» dicono una serie di associazioni di cittadini. E lo stesso ripetono alcuni movimenti ad Altamura, Conversano, Cerignola, Trani, dove si trovano le discariche per i rifiuti solidi urbani.

Frisullo dice che «sarà difficile sottrarsi allo sforzo straordinario che ci chiede il Governo se lo compiranno anche altri territori». Il presidente della Sardegna, Renato Soru e quello del Lazio, Piero Marrazzo, hanno già risposto sì alla richiesta del Governo.

La Puglia ha preso invece tempo, così come i gestori privati delle discariche. Chi infatti smaltisce gli speciali può prendere rifiuti da fuori regione: la legge lo consente qualora lungo il tragitto da una città all´altra non ci siano impianti disponibili. E a quanto pare dalla Campania alla Puglia non ce ne sono. «In questo momento ci sembra inopportuno andare avanti da soli, aspettiamo cosa ci dice la Regione» spiega Giuseppe Settanni, responsabile della Ecolevante, la discarica di Grottaglie che (con la Vergine di Fragagnano e la Bleu di Canosa) può ospitare speciali extraregionali. La Vergine per esempio, lavora abitualmente con ditte della Toscana, Lazio e Umbria (grazie a una sentenza del Tar) e dell´Abruzzo, sulla base della legge regionale.

«Per il momento non stiamo lavorando con ditte campane» spiega però Antonio Anglano, uno dei dirigenti della Vergine. «Meglio aspettare» dice, cauto, Francesco Maio della Bleu. «La legge non è chiara, secondo me non ci sono le condizioni se la Regione non chiarisce cosa dobbiamo fare». «Si tratta di una trattativa tra privati» ripete però l´assessore regionale all´Ambiente, Michele Losappio. «Bisogna soltanto rispettare la legge, ma noi non potremo mai dare un´indicazione né in un senso né nell´altro».

 

Fonte: Repubblica


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie