VICINI AI CAMPANI, MA NON ALLA LORO MONNEZZA
Di Giusy Palmieri (del 17/01/2008 @ 17:50:16, in Ambiente, letto 2195 volte)

“No” ufficiale del presidio permanente “No discariche” all’arrivo dei rifiuti provenienti dalla Campania nella discarica per rifiuti speciali “La Torre – Caprarica”, gestita dalla “Ecolevante s. p. a.”. In un comunicato stampa, il presidio permanente composto da cittadini grottagliesi, sammarzanesi e fragagnanesi, definisce la propria posizione in merito all’emergenza rifiuti della Campania, anche in considerazione che l’impianto della “Città della Ceramica” da un anno sta accogliendo i rifiuti solidi urbani provenienti dal bacino “Lecce 2” e previamente trattati nell’impianto di Poggiardo.

 

«La lotta campana – si legge nella nota del presidio permanente - è la nostra stessa lotta. In questi giorni, il Presidio Permanente No Discariche ha contatti strettissimi con i comitati campani attraverso il Patto di Mutuo Soccorso che unisce i cittadini nelle lotte territoriali. Noi ci opporremo con sempre maggiore forza all’apertura di nuove discariche con le mobilitazioni di massa. Esprimiamo vicinanza e solidarietà massima al popolo campano, alle prese con un vero e proprio dramma.

 

E il Presidio Permanente si oppone all’arrivo dei rifiuti da Napoli perché c’è chi intende usare questa tragedia come un grimaldello per l’apertura di nuove discariche e inceneritori e, nello specifico, per l’apertura del terzo lotto della discarica Ecolevante di Grottaglie e del quarto lotto della discarica Vergine di Fragagnano». Inoltre, il presidio si oppone al conferimento dei rifiuti campani nelle discariche di Grottaglie e Fragagnano «perché l’arrivo dei rifiuti da Napoli viola la legge regionale di iniziativa popolare sottoscritta da oltre 16 mila cittadini pugliesi e approvata all´unanimità dalla Regione. É bene ricordarlo, è una legge che sancisce i principi di prossimità e appropriatezza dello smaltimento dei rifiuti.

 

L’arrivo di rifiuti da Napoli sarebbe perciò completamente illegale e la Regione deve tutelare la sua legge e non diventare complice di questo crimine». Il presidio permanente “No discariche” invita la cittadinanza alla mobilitazione e ricorda «la presentazione da parte del Presidio delle osservazioni tecniche per la conferenza dei servizi del 4 febbraio. Una conferenza tecnica per l´attribuzione alla Ecolevante dell’Aia, autorizzazione integrata ambientale, il colpo di grazia per questa terra in cui si legalizzano le discariche e si criminalizza la civile protesta».

 

Fonte: Corriere del Giorno


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie