GIR BABY: IL NATALE IN TEMPI DI CRISI: MENO REGALI E PIU’ GESTI D’AFFETTO
Di Gessica Caramia (del 15/12/2011 @ 09:35:44, in Gir baby, letto 1012 volte)

Il Natale è per i piccoli: mai come quest’anno parole più veritiere, sante ed economiche. Non me ne vogliate ma spesso, in quasi tutte le case, la festività natalizia è quel momento in cui si spendono soldi in maniera spropositata, dimenticando il vero motivo del Natale che è molto più profondo e intenso rispetto al consumismo che circonda questi giorni.

Mai come quest’anno, però, si sente dire in giro, nelle famiglie numerose con sorelle, fratelli, cognati e parenti, frasi che ad alcuni potrebbero sembrare sibilline…: ”quest’anno solo ai bambini…niente regali ai grandi! Non ci sono soldi e c’è crisi!” …. L’anno scorso lo si diceva a mò di battuta ma alla fine, un regaluccio usciva sempre ma quest’anno non si scherza mica… la crisi è talmente nera che a certi propositi bisogna tener fede per forza di cose.

 

 

 

Coloriamo questa crisi solo per i più piccini. Almeno per loro, un regalino, un giochino, una sorpresa sotto l’albero bisogna fargliela trovare… anche se mio figlio (per quest’anno ancora almeno) si emoziona molto di più pensando alla sera della vigilia, quando preparerà il famoso cuscino vicino al caminetto e il latte con i biscotti (anzi pezzi di pane come facevano i nostri nonni… la crisi è per tutti pure per Babbo Natale) per quando l’omone vestito di rosso e che fabbrica giocattoli con l’aiuto dei folletti, verrà a trovarlo a casa sua e siccome sarà stanco per tutti i giri che avrà fatto, prenderà energia dalla colazione che gli preparerà il mio piccino.

 

 


La magia del Natale è anche, anzi, è soprattutto questo: riuscire a raccontare delle fiabe che catturano la loro attenzione più di qualsiasi videogames o bambola pipì-cacca-bua: regalarsi del tempo in quantità e qualità in un millennio in cui non si ha il tempo nemmeno per donare semplicemente affetto.

Far capire ai nostri figli (ma anche a noi stessi) che il senso di questi giorni è il valore che si riesce a dare alle piccole cose che, seppur tali, se donate con amore, valgono più di qualsiasi altro dono dal valore monetario molto alto ma che non resta certo impresso nella memoria dei ricordi del cuore.


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie