"CARA GROTTAGLIE MIA, TI SCRIVO...": MARIA GALIANO DA GORIZIA
Di Redazione (del 06/02/2012 @ 15:14:27, in Grottaglie mia, letto 3365 volte)

Grottaglie mia, ti scrivo... Cara Grottaglie mia ti scrivo, sono Mary ed oggi voglio raccontarti gli ultimi 18 anni della mia vita e cioè quando ho staccato il cordone ombelicale con la mia famiglia e con tutte le persone a cui volevo bene.

Ho dovuto lasciare tutto per seguire mio marito (anche lui di Grottaglie) perchè il suo lavoro ci portava in una città di cui io nOn ricordavo affatto il suo nome , cioè Gorizia.

Salutare tutti è stato difficile (lo è tuttora nonostante siano passati molti anni), sapevo che andavo via e non sarei ritornata da lì a qualche giorno visto i km che mi separavano dalla mia Grottaglie .

E così giorno dopo giorno, anni dopo anni, l'arrivo di due figli, la mia vita ha preso il suo assetto.

Mi sono ambientata subito, perchè qui si vive bene , niente delinquenza , tutti lavorano, il traffico è ordinato.

Cominci a fare i confronti tra due realtà e cominci a comprendere che le differenze sono molte, e ti chiedi ma perchè ci sono, visto che l'Italia è una sola , perchè qui tutto funziona bene e da noi al sud no?

Cominci a palesare l'idea di rimanere per sempre in questo posto , anche perchè i figli crescono, e preferisci farli vivere qui piuttosto che altrove.

Poi i figli crescono ancora e anche se tu hai l'idea di andare via, loro non vogliono più andarsene.

"Ma scherzi!" - mi dice mia figlia - "qui ho i miei amici, le mie cose" - e allora ti arrendi e ti convinci che il mio destino è restare qui. Nonostante ciò la nostalgia prende il sopravvento: perchè ti mancano tante cose della tua casa, delle tue origini.

Cose che non puoi trovare in nessun posto: il calore della gente, le camminate sul viale, il vedere invecchiare tua madre e tuo padre, i tuoi amici.

Allora penso a quanto sono fortunate quelle persone che hanno tutto quello che a me manca (E LORO NEANCHE SI ACCORGONO di averle), tante mie amiche o conoscenti ci dicono - "Beati voi che siete lì perchè qui a Grottaglie non c è futuro"

E' vero non c'è niente, ma "SIAMO RICCHI DENTRO". Questo ve lo posso assicurare. Quelli del nord ci invidiano la nostra solarità e il nostro modo di fare ve lo assicuro.

Mentre vi scrivo ho appena visto i filmati della grande festa di San Ciro e mi sono emozionata molto perchè non partecipo alla festa ormai da anni.

Essendo così vicina al Natale (La festa di San Ciro), non mi posso permettere di fare un altro viaggio a distanza di così poco tempo.

Una cosa mi dispiace: e che i miei figli non abbiamo vissuto , l'atmosfera che si vive in questi giorni di festa. E non solo dal punto di vista dei divertimenti ma anche da quello religioso e cristiano. Perchè quella devozione vera di fede ti entra nel cuore e te la porti dentro di te come una eredità che nessuno ti potrà togliere.

Sono comunque contenta di aver trovato gente che mi vuole bene perchè alla fine come dice il proverbio "ogni mondo è paese", ma vi posso assicurare che quando preparo le valigie, l'emozione è sempre tanta. Così come tanta è la delusione quando le devo preparare per andare via.

In questi giorni per esempio le ho appena disfatte. La mia prossima meta ora è luglio .

Concludo salutando tutti i grottagliesi e tutti quelli che come me sono sparsi per l'Italia che sicuramente provano le mie stesse sensazioni.

Un abbraccio a tutti.

Maria Galiano da Gorizia


--------------------------------------

I lettori di Grottaglie in rete sono principalmente cittadini e residenti nel nostro territorio che leggono quotidianamente (è più volte durante lo stesso giorno) le pagine del nostro sito ricco di contenuti, articoli e video.  Tanti però sono anche i lettori che provengono dalle più diverse regioni d'Italia, dell'Europa e del Mondo intero.

 

 

Uomini e donne di origini grottagliesi che sono legati alla nostra città, alle sue usanze, ai suoi ricordi. Tanti di loro ci contattano periodicamente per ringraziarci del lavoro che svolgiamo: "Mi permette di restare in contatto con la mia Grottaglie", ci dice, per citarne uno, Marco da Monaco.

 

A loro ci rivolgiamo con "Cara Grottaglie mia, ti scrivo...", la nuova rubrica che lanciamo oggi sulle pagine di Gir.

 

 

La rubrica raccoglierà le lettere di cittadini nati a Grottaglie ed emigrati fuori. Oppure di chi ha vissuto nella nostra città per un periodo e ne conserva un bel ricordo.

E allora, caro grottagliese emigrato, inviaci una tua lettera con il ricordo della nostra Grottaglie: sarà pubblicata sulle pagine di Gir, nella nuova rubrica. Puoi scrivere ciò che vuoi: ricordare vecchi tempi, rivivere vecchi ricordi, parlare di com'era, chiedersi com'è... insomma scrivere alla tua Grottaglie.

 

Puoi inviarla via email: info@girwebtv.it.


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie