"L'ORTO SUL BALCONE": ARRIVA LA BELLA STAGIONE, VASI, FIORIERE E TERRICCI, RITORNIAMO A COLTIVARE
Di Marianna Iaquaniello (del 29/04/2012 @ 17:11:39, in L'orto sul balcone, letto 1637 volte)

l'orto sul balcone

È arrivata la bella stagione, possiamo dirlo forte ora, dopo l’illusione delle settimane pre-pasquali, dopo il ritorno di un destabilizzante clima autunnale fuori stagione, finalmente torna il sole, torna a salire la temperatura.


E allora si parte con un definitivo cambio di stagione in armadi e cassetti, si dà il via alle grandi pulizie di primavera, si inizia a rimettersi in forma per la fatidica prova-costume, nelle città riprendono le iniziative e le attività  all’aria aperta, dal mondo del commercio arrivano segnali con messaggi promozionali e offerte speciali per biciclette, arredamento per esterno, terrazzo…giardino…e giardinaggio!


Purtroppo molti non hanno una villa, una campagna o qualsiasi altro spazio all’aria aperta e allora si sfrutta ogni centimetro quadrato di terrazzino o balcone per sognare un’oasi nella natura. E quale miglior modo per creare il proprio personale angolo verde, se non le piante? 

 

 

Ed ecco che in questa fase della stagione compare una nuova generazione di agricoltori, più o meno improvvisati, i cosiddetti “contadini da vaso”. Sono sempre più numerosi, molti non hanno la fortuna di un terrazzo a disposizione, ma solo pochi metri quadri di balcone,  a volte nemmeno quelli, ma solo delle fioriere o vasi lungo le finestre.

Per questo nuovo esercito di coltivatori non è fondamentale conoscere bene le tecniche del giardinaggio o della coltivazione, tutto quello di cui hanno bisogno è un  bel po’ di sole, attrezzatura di base, un po’ di pazienza e tanta passione. Con questo piccolo bagaglio di partenza si riescono tuttavia ad ottenere dei buoni risultati per cimentarsi in esperienze sempre più impegnative ed appassionanti.
Si comincia con qualche vaso, terriccio comune, acqua, bustine di semini.

 


Poi si impara a scegliere l'attrezzatura e le materie prime necessarie: contenitori, vasi, terriccio, semi e i prodotti per la difesa da parassiti e malattie, concimi, materiali e tecniche di potatura…e via via specializzandosi. Esistono poi delle tecniche “parallele” delle quali non è ancora chiaro il fondamento scientifico…tipo la semina o la raccolta in una particolare fase lunare, i fondi di caffè uniti al terriccio, la cenere…

 

 


Nella realizzazione del proprio angolo verde  si devono tenere in considerazione 4 punti fondamentali:  l'esposizione, per la quantità di luce e sole; l’ acqua: fattore fondamentale soprattutto nei periodi più caldi con elevate temperature; la posizione delle piantagioni facendo attenzione all’apertura delle porte-finestre; il carico/portata del balcone o della terrazza perché ci si può lasciar coinvolgere troppo e si rischia che la piantagione sia troppo pesante o ingombrante.

La passione per le coltivazioni può scaturire da diversi fattori, non solo per il desiderio di ritagliarsi l’illusione di un rifugio nella natura tra colori e profumi, ma anche per puro relax, in quanto il giardinaggio resta uno degli hobby tra i più distensivi per la mente; ma anche per avere a disposizione prodotti e aromi indispensabili in casa.

 

l'orto sul balcone


Uno dei chiodi fissi dei contadini da vaso sono le piante aromatiche (basilico, prezzemolo, menta, timo, rosmarino, alloro, salvia…..), caratterizzate dal loro odore intenso e gradevole, impiegate di frequente in cucina per insaporire i piatti o per preparare liquori e altre bevande, nella cosmesi "artigianale" per arricchire di fragranza creme o profumi, per dare un tocco in più agli infusi e tisane o per funzioni puramente decorative o per tenere lontane le zanzare.


Altra vera passione sono i fiori, da piantare in semi o bulbi: gerani, margherite, violette, fresie, tulipani.. , i piccoli frutti: fragole, peperoncini…e per i più audaci anche ortaggi quali ravanelli, cipolle, carote, melanzane….

È una vera emozione veder spuntare dalla terra di un piccolo vaso le prime foglioline, il fiore o il frutto  sono un bellissimo regalo e un premio per la cura e la dedizione, quando poi il raccolto dell’orto urbano arriva nel piatto…beh… son soddisfazioni!
A tutti i coltivatori urbani buona rinascita e l’augurio di un pollice sempre più verde! 

---------------------------------------

Anche tu sei un contadino urbano? Hai anche un "orto sul balcone"? Armati di macchina fotografica digitale e scattate le foto al tuo"orto sul balcone"! Non dimenticate di descrivere cosa avete piantato, quando e come, e inviate il tutto a info@grottaglieinrete.it, il vostro orto sarà pubblicato sulle pagine della nuova rubrica, per condividere insieme questa grande passione!


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie