ANTENNA TROPPO VICINA ALL'ASILO: LA GENTE BLOCCA TUTTO
Di Giusy Palmieri (del 06/03/2008 @ 23:17:39, in Ambiente, letto 3560 volte)

È stata bloccata l’installazione di una nuova antenna di telefonia mobile; questa volta in Piazza Regina Elena, nel cuore del centro storico della “Città delle Ceramiche”. Ieri mattina, un centinaio di cittadini è sceso in strada per impedire che l’antenna fosse installata. Alla base della vibrante protesta la vicinanza dell’edificio sul cui lastrico dovrebbe essere installata l’antenna alla Parrocchia della Madonna del Carmine, all’ufficio del Giudice di Pace e ad un asilo.

 

A protestare anche i fanciulli dell’asilo, che accompagnati dalle educatrici sono scesi in strada per far sentire la loro voce. Alcuni cittadini hanno provato a contattare il vicesindaco Francesco Donatelli, assessore comunale all’Urbanistica, chiedendo spiegazioni. Sul posto sono giunti anche alcuni agenti del locale Commissariato di P.S., diretto dal dottor Cosimo Candita. Presenti, tra gli altri, i consiglieri comunali Michele Mirelli (Alleanza Nazionale) e Ciro Gianfreda (Forza Italia). «È assurdo voler installare una antenna di telefonia mobile a pochissimi metri dall’asilo» ha dichiarato il consigliere Gianfreda. Ed ha aggiunto: «Negli anni passati il centrosinistra ha fatto di tutto per impedire la costruzione del nuovo plesso scolastico del Liceo Classico- Scientifico “Giuseppe Moscati” in prossimità di una antenna di telefonia mobile, ed ora, quella stessa Amministrazione, non muove un dito per una situazione analoga.

 

Anzi, in questa circostanza, quella stessa Amministrazione comunale consente che sia installata una antenna di telefonia mobile a pochi metri da un asilo». Intanto per il momento è stata impedita l’installazione dell’antenna di telefonia mobile. Non si escludono ricorsi al giudice amministrativo per impugnare il provvedimento autorizzatorio. Sarebbe tuttavia auspicabile che le determinazioni assunte nelle settimane scorse dal “forum sull’elettrosmog”, cioè istituire un tavolo tecnico per rivedere o modificare il regolamento comunale in materia di antenne di telefonia mobile, non rimanessero soltanto sulla carta. Ad oggi, infatti, sono sette le antenne installate in città, che potrebbero diventare quattordici. Negli ultimi due anni sono state presentate altre sette richieste.

 

Attualmente le antenne sono installate in via Giordano n° 24 (Omnitel Pronto Italia S.p.A.), via Giusti n° 28 (Omnitel Pronto Italia S.p.A.), via Mascagni n° 61 (Alcatel Italia S.p.A.), via Lazio n° 61 (Alcatel Italia S.p.A.), contrada “Giardini” (Alcatel Italia S.p.A.), viale Mediterraneo – Monte della Foggia (H3G S.p.A.), via Campitelli (Telecom Italia S.p.A.). Le nuove antenne dovrebbero “sorgere”, invece, in Viale Mediterraneo – Monte della Foggia (H3G S.p.A.), via Campitelli (Tim Italia S.p.A.), via Mafalda di Savoia ai nn. 84 e 86 (Tim Italia S.p.A.), piazza Regina Elena n° 5 (Vodafone), via Lazio n° 36 (Ericsson Telecomunicazioni S.p.A.), via Marconi n° 42/A (Telecom Italia), contrada “Giardini” (Alcatel Italia S.p.A.).

 

Fonte: Corriere del Giorno


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie