GIR PER IL SOCIALE: "11 BAMBINI PALESTINESI IN CITTA', BENVENUTI A GROTTAGLIE PICCOLI OSPITI"
Di Gessica Caramia (del 05/07/2012 @ 13:00:00, in Gir per il Sociale, letto 1418 volte)

Il sentito dire, basato su dicerie e chiacchiere volanti, ha “promosso” con negatività gratuita l’iniziativa umanitaria basata sulla solidarietà e l’accoglienza.

Diverse voci sulla vicenda ci erano giunte in redazione, ma nessuna nettamente fondata. E' visto l'argomento, come ogni nostra inchiesta, articolo o scritto, siamo andanti a fondo. Anzi, siamo andati alla fonte.

Abbiamo incontrato Marzia Benicchi, presidente dell’Arci di Grottaglie, che con tutta la semplicità e l’entusiasmo che si può avere quando si lavora con il cuore, mi ha illustrato il progetto di condivisione con il Presidente dell’ONG (Organizzazione Non Governativa quindi che non dipende dallo Stato) che ha come protagonisti 11 bambini tra i 9 e i 10 anni ed un sol bimbo di 15 anni, provenienti dalla Striscia di Gaza che, insieme a 4 operatori anch’essi palestinesi, trascorerranno dall’8 al 21 luglio, un periodo di permanenza nella nostra città.

L’ONG, ci tiene a precisare Marzia Benicchi, è un associazione che si occupa dell’istruzione nelle scuole materne, elementari e medie della Palestina, e ultimamente anche un liceo, la cui educazione è prevalentemente occidentale di classi miste, di varie entità e anche portatori di handicap, un organizzazione titolata che ha visto riconoscimenti come il Premio Feltrinelli dell’Accademia dei Lincei.

L’intento degli educatori con questo altruistico progetto, è di far vedere a questi bambini un mondo diverso, in cui esiste la pace, il dialogo tra le persone, religioni diverse che convivono tra loro ed educazione al confronto civile con il prossimo.

Fanciulli, questi, provenienti da posti particolari in cui gli attentati sono la quotidianetà, condizioni di vita difficili in cui nascono e crescono, che rendono distorta la loro visione del mondo esterno, escludendo realtà in cui ci possa essere serenità e gioia di vivere.

La Benicchi non entra nel merito delle critiche le cui origini è sconosciuta. A suo dire, non è stato visto semplicemente di buon occhio la scelta del luogo ove verranno ospitati i piccoli studenti, individuato nella scuola materna Collodi o Giotto, in quanto non sono strutture dotati di posti letto, e del fatto che bambini la cui età è superiore ai 6 anni, utilizzano dei sanitari molto piccoli.

Con il rispetto che ci contraddistingue, Gir seguirà da vicino questa bella esperienza organizzata dall'Arci e la sosterrà mediaticamente attraverso i suoi mezzi di comunicazione.

Da parte nostra diamo un grande e grosso "benvenuto a Grottaglie" ai nostri piccoli ospiti della Palestina: un augurio che possano trascorrere con serenità alcuni giorni qui nel nostro territorio. Un augurio a cui sicuramente si unira tutta la città di Grottaglie, una terra del Sud, da sempre accogliente, ospitale e ricca di affetto e amore.


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie