SEGNALAZIONI DEI CITTADINI, CIRO LENTI: “BICI AL BUIO DI SERA, UN PERICOLO PER L’INCOLUMITA’ DI TUTTI”
Di Redazione (del 27/08/2012 @ 08:27:29, in Segnalazioni, letto 1470 volte)

Pubblichiamo oggi la segnalazione inviataci dal sig. Ciro Lenti, che evidenzia un malcostume purtroppo molto diffuso a Grottaglie, che andrebbe sanzionato forse con maggiore severità. A Grottaglie, da tempo, privati ed associazioni, insieme a diversi gruppi sportivi, stanno promuovendo l’uso della bicicletta a scopo ludico e culturale, e sempre di più sono le “due ruote” che percorrono le vie cittadine.

Se questo non può che farci piacere, ancor più piacere ci farebbe il constatare che chi usa la bicicletta non riproduca gli stessi comportamenti incoscienti e incivili di troppi automobilisti. “Gentile redazione di Grottaglie In Rete, sono un agente di commercio e per il mio lavoro mi capita spesso di percorrere le strade cittadine anche nel tardo pomeriggio, quando devo raggiungere gli esercizi commerciali che servo prima della loro chiusura. Con l’avvicinarsi della fine dell’estate ed il conseguente accorciarsi delle giornate, ho notato l’aggravarsi di un malcostume che mette in pericolo l’incolumità di molti cittadini, ovvero il fatto che una notevole maggioranza di ciclisti percorre di sera le strade cittadine senza attivare nessuna segnalazione luminosa.

 

 

 

 

A qualcuno – scrive il sig. Lenti - potrà sembrare un comportamento tollerabile, ma questa mancanza rende i ciclisti praticamente invisibili, specie nelle strade dove l’illuminazione pubblica è scarsa o del tutto assente, con il rischio di incidenti stradali anche gravi. Molte biciclette di “nuova generazione” come le mountain bike o le BMX spesso non sono dotate di serie di dinamo e lampade di segnalazione, ma in molti negozi sono disponibili per pochi euro delle gemme lampeggianti di facilissima installazione su qualunque bicicletta, in grado di allertare gli automobilisti ed i pedoni sulla presenza di un ciclista in strada.

Mi è capitato più volte di dover frenare di colpo o sterzare all’ultimo momento per evitare uno o addirittura più ciclisti affiancati, che non solo non indicavano la loro presenza in alcun modo, ma addirittura indossavano anche abiti scuri, quando un semplice giubbotto fluorescente come quelli obbligatori nelle autovetture avrebbe almeno potuto ovviare in parte alla mancanza di lampade di posizione
.

 

 

 

Si parla spesso di come i ciclisti siano “discriminati” dal traffico automobilistico, e questo è certamente vero e molto deve essere fatto per una reciproca convivenza sulle strade, ma credo che sia compito di ciascuno di noi mettere in atto comportamenti consapevoli e buone pratiche che, con poco sforzo e minima spesa possono addirittura salvare vite umane.

Vi ringrazio per l’attenzione che vorrete riservare alla mia segnalazione e spero che questa possa contribuire a far riflettere chi, in maniera incosciente, spesso mette a repentaglio la propria ed altrui incolumità
.”


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie