SEGNALAZIONI DEI CITTADINI, CIRO SPAGNULO: “VIA LA SORTE COME LA TELA DI PENELOPE!”
Di Redazione (del 17/09/2012 @ 14:49:30, in Segnalazioni, letto 1419 volte)

Una delle caratteristiche delle società civili è la sopportazione di qualche disagio da parte di alcuni dei suoi componenti, quando questo sia causato da una attività che possa però recare beneficio alla maggior parte dei componenti della società stessa.

Non sempre la cosa è facile ed a volte questi disagi sfociano in litigi o addirittura in cause legali, però nella maggior parte dei casi il motto latino “ubi maior, minor cessat” trova applicazione. Certo è che perché ciò avvenga non solo deve essere evidente la utilità pubblica della attività, ma anche che il disagio sia limitato nel tempo, fattore che a volte potrebbe essere migliorato da una più attenta programmazione.

E’ questo il caso della situazione chE ci segnala il sig. Ciro Spagnulo, che così ci scrive in relazione ad alcuni lavori in corso su via La Sorte. “Io e la mia famiglia, ma anche tanti dei miei vicini ricorderemo questa estate per i disagi che abbiamo subito a causa dei lavori che si sono susseguiti su via La Sorte. Prima gli scavi per la posa della fognatura adesso, pochi giorni dopo la chiusura di quegli scavi, altri lavori per la posa di linee elettriche.”

 

 

 

Rumore e polvere – scrive il sig. Ciro Spagnulo - ci stanno facendo compagnia da settimane, e per chi come noi non può godere del fresco di un condizionatore d’aria, essere costretti a tenere le finestre chiuse è stata una vera propria tortura. Non discuto l’utilità e l’opportunità dei lavori, ma era davvero così difficile programmare gli scavi ed i successivi reinterri in maniera da eseguire i lavori solo una volta, senza prima scavare, poi richiudere e poi riscavare a poche decine di centimetri dal primo scavo?

Si tratta di lavori che immagino siano appaltati dal Comune di Grottaglie, che quindi poteva forse concordare con le imprese esecutrici una migliore tempistica ed una maggiore coordinazione.

 

 

 

Non dubito che gli “addetti ai lavori” potranno elencare valide motivazioni perché tutto sia stato eseguito così come è stato fatto, ma da parte di noi comuni cittadini è difficile non immaginare via La Sorte come la tela di Penelope, tessuta e disfatta all’infinito, con il solo scopo di perdere tempo.

Questa mia segnalazione –
conclude il sig. Spagnulo – non vuole accusare nessuno di incompetenza, ma vuole solo evidenziare che, nel futuro, potrebbe essere più opportuno valutare più attentamente lo svolgimento di alcuni lavori pubblici al fine di ridurre al minimo i disagi per i cittadini.”


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie