"LI VURTAGGHIE: VECCHI RICORDI E ANTICHE TRADIZIONI": L'EVENTO. SINERGIA BATTE INVIDIA 2-0
Di Carlo Caprino (del 08/10/2012 @ 15:30:00, in Editoriali, letto 1710 volte)
Presentazione del libro Li Vurtagghie
Sabato 6 ottobre 2012 è stata certamente una giornata da ricordare per noi di Grottaglie In Rete; dopo più di due anni di lavoro, finalmente abbiamo presentato ad uno scelto pubblico “Li Vurtagghie, vecchi ricordi ed antiche tradizioni”, il libro che raccoglie, riveduti e corretti, alcuni articoli scritti da Angelo Nacci e precedentemente pubblicati nella omonima rubrica di ww.grottaglieinrete.it.

Nato da una idea di Felice Bonfrate, art director della GIR & GRAFICA, agenzia di pubblicità e comunicazione editrice di “Grottaglie In Rete” e di “Gir Eventi, il libro ha avuto quasi un anno di gestazione tra scelta degli articoli da pubblicare, adattamento, editing e correzione di bozze a cura di Marianna Iaquaniello e Mimmo Linoci.

A metà dicembre del 2011, grazie alla professionalità di Francesca Bonfrate che ne ha curato il layout, il libro era stampato, fresco di inchiostro nelle nostre mani.

Quasi un anno è trascorso da allora, perché volevamo che la presentazione di “Li Vurtagghi, vecchi ricordi ed antiche tradizioni” non fosse solo l’ennesima autocelebrazione stucchevole con codazzo di pubblico plaudente ma segnasse un momento particolare per chi – a diverso titolo – aveva contribuito alla sua realizzazione.

Undici mesi da allora, perché – consentitemi di dirlo senza falsa modestia – quando facciamo le cose ci piace farle bene, e questi mesi sono stati così impegnati ed intensi che non abbiamo avuto letteralmente il tempo di organizzare l’evento come lo avremmo voluto. Infine il momento è arrivato, è stata stilata la lista degli invitati, scelto il luogo dove svolgere la presentazione, allestito il tutto e cominciato il fatidico conto alla rovescia. Sono state settimane frenetiche, quelle che hanno preceduto il 6 ottobre, giorni intensi segnati da entusiasmo coinvolgente, momenti di scoramento e rapide riprese.

La sera, anzi la notte del 6 ottobre, salutati gli ultimi ospiti, ci siamo lasciati andare ad un abbraccio collettivo e ci siamo fatti i complimenti perché, escluso qualche piccolo intoppo, tutto era andato come volevamo che andasse. Il 6 ottobre non è stata solo la serata in cui “Li Vurtagghie, vecchi ricordi ed antiche tradizioni” è stato presentato alla città di Grottaglie, è stato – anche, se non soprattutto - il giorno che ha dimostrato per l’ennesima volta che uniti si vince e che se si vogliono raggiungere traguardi ambiziosi l’unica strada è riunire competenze, mescolare entusiasmi, frullare idee, mettere insieme persone diverse tra loro ma unite da passione e voglia di collaborare ovvero “fare Rete”, appunto.

Facile a dirsi ma un po’ meno a farsi, in un territorio dove la mala erba della invidia e della supponenza attecchisce ancora, dove autonominati intellettuali e “professionisti del settore” concedono solo a sé stessi l’onore e l’onere di decidere chi può fare cosa, dove piuttosto che provare a fare qualcosa di buono si ritiene più facile e comodo sminuire e deplorare l’operato altrui.

Da sempre però, la linea dello Staff di GIR e del suo Editore è stata quella di non dare adito alle negatività altrui, provando a rispondere coi fatti, spesso – lasciatemelo dire – riuscendoci con successo. Così, piuttosto che curarci dei pochi invidiosuzzi da quattro soldi, abbiamo coltivato amicizie, rinsaldato rapporti e definito collaborazioni; lo abbiamo fatto nella lunga estate appena trascorsa con le “media supportering” di “Vino è… musica”, de “La Notte dei Briganti” e la “Sagra del vino” di Carosino.

Lo abbiamo fatto questo autunno per la presentazione di “Li Vurtagghie, vecchi ricordi ed antiche tradizioni”: l'evento organizzato dalla Gir&Grafica con il supporto e l’aiuto di tanti amici.

Si, perché la serata del 6 ottobre non sarebbe mai stata il successo che è stato senza il prezioso contributo di altre persone che – come noi – sono convinte che essere diversi significhi poter essere complementari e non avversari. Il primo grazie va all’Editore di “GIR – Grottaglie In Rete” e di “Gir Eventi”: alla “GIR & GRAFICA” ed a Felice Bonfrate il merito di aver avuto l’idea del libro, di averci creduto e di averci investito risorse fisiche ed economiche, che in questi tempi non è poco. Insieme al sempre efficiente staff di “GIR – Grottaglie In Rete” e di “Gir Eventi”, con in prima fila Marianna Iaquaniello, Gessica Caramia e Mimmo Linoci, il successo è merito dei fantastici ragazzi della Associazione “Intersezioni”, vere e proprie “macchine da guerra” mai stanche e mai capaci di accontentarsi di meno che dell’eccellenza. Con Enza e Ida De Carolis e Luigi Armentano è oramai consolidata una stima personale ed una collaborazione operativa che ci galvanizza e ci sprona verso nuovi ed ambiziosi traguardi, da raggiungere insieme. Un grazie a Maria Pia Caprioli e Pasquale Iaquaniello, precisi e inappuntabili nell’accoglienza degli ospiti; un grazie al personale di “Sistema Museo” e soprattutto all’onnipresente Simone Mirto, per la loro pazienza nel risolvere tanti nostri piccoli grandi problemi logistici ed un altro grazie al “Teatrino della Luna”, giovani grottagliesi con una grande e rara capacità: quella di ammaliare il pubblico con le loro performance artistiche.

Un grazie – dovuto ma non per questo meno sincero – ai relatori intervenuti: Ciro Alabrese, Marcello Bellacicco, Roberto Burano, Maria Pia Ettorre, Rosario Quaranta ed Alfredo Traversa hanno fornito, ciascuno dal proprio punto di vista, non solo una intrigante lettura di alcuni dei temi trattati in “Li Vurtagghie, vecchi ricordi ed antiche tradizioni”, ma hanno soprattutto condiviso emozioni e commenti con il pubblico.

Un pubblico numeroso oltre ogni nostra più rosea aspettativa (e quasi oltre la capienza del luogo scelto per ospitarlo) che ha partecipato attivamente, ha commentato, ha riso e si è divertito con noi. La serata non poteva non concludersi in bellezza, e così è stato grazie al ristoratore Giuseppe Santoro ed ai collaboratori del ristorante “Il Piatto Reale”, il suo modo “di fare cucina” ha deliziato i nostri ospiti facendo loro riscoprire accostamenti e nuovi piatti ricchi di passione, tutti generosamente innaffiate dai vini di “Feudi di San Marzano”, serviti da Ciro Cavallo, sommelier impeccabile e sempre attento, anche lui altro protagonista di questa stupenda sinergia.

Avremmo potuto organizzare un evento aperto a tutti, magari poi millantare decine di migliaia di presenze (pare che ultimamente vada di moda…) oppure “imporre” l’acquisto del libro pena la esclusione dal buffet.

La onerosa ed orgogliosa scelta dello staff di “GIR – Grottaglie In Rete” e di “Gir Eventi”, condivisa e supportata dall’Editore, è stata invece di volere una serata da trascorrere con amici che si stimano e si apprezzano, con persone che – come ha voluto commentare uno dei primi ad arrivare – hanno accettato il nostro invito “per piacere e non per dovere”, ed a cui abbiamo avuto il piacere (appunto) di donare una copia di “Li Vurtagghie, vecchi ricordi ed antiche tradizioni”.

Così ci dispiace per chi voleva esserci e non ha potuto e non ci dispiace – scusate la franchezza – per chi poteva esserci e non ha voluto. I primi si sono goduti una bellissima serata, i secondi se la sono persa, e con lei l’occasione di constatare che – come già detto e come ancora tante altre volte ripeterò – “insieme si vince”.

Ho parlato poco o nulla del libro “Li Vurtagghie, vecchi ricordi ed antiche tradizioni” noterà qualcuno, ed è scelta voluta, perché del libro ha sentito parlare chi il 6 ottobre era con noi; agli altri diamo appuntamento in libreria in tempi brevi.

Sono alla fine di questa lunga riflessione, ma non posso non concludere con una frase che solitamente “apre” invece i nostri servizi video: “Amiche e amici di Grottaglie in rete, buonasera”, perché c’è chi – sabato – non aspettava altro che la dicessi ed anche questa - nel simpatico sfottò tra amici - è una piacevole attestazione di stima, come quella di sentirsi paragonati a Daniele Piombi. A tutti, ancora, grazie e arrivederci alla prossima “idea” marchiata Gir, che sarà…sicuramente, più vicina di quanto crediate!

Presentazione del libro Li Vurtagghie


Presentazione del libro Li Vurtagghie


Presentazione del libro Li Vurtagghie





Presentazione del libro Li Vurtagghie





Presentazione del libro Li Vurtagghie


Presentazione del libro Li Vurtagghie


Presentazione del libro Li Vurtagghie


Presentazione del libro Li Vurtagghie


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie