SUPER CARICO DI LAVORO PER I POLITICI GROTTAGLIESI: LE PRIMARIE DEI PARLAMENTARI, LE ELEZIONI E LA VERIFICA DELLA GIUNTA ALABRESE
Di Redazione (del 14/12/2012 @ 16:15:37, in Editoriali, letto 1085 volte)

Restano solo dieci giorni, neanche uno in più, per scoprire le carte e conoscere i candidati del partito democratico e di sinitra ecologia e libertà che sfideranno con le cosiddette "parlamentarie".

Sia il partito guidato da Pierluigi Bersani che quello guidato da Nichi Vendola hanno deciso che saranno gli elettori a scegliere, attraverso una competezione simile alle primarie di poche settimane fà, quali saranno i candidati alle prossime elezioni poilitiche che, molto probabilmente, dovrebbero svolgersi il 17 febbraio.

Non si conoscono ancora i parametri e i meccanismi che i due partiti dovrebbero adottare per le quote. Molto probabile quella spettante ai territori, forse una farà capo alla segreteria. Ma i candidati delle primariette o delle parlamentarie come saranno scelti? Su che base? Regionale? Provinciale? Quale quota spetterà alle singole segreterie locali? i candidati saranno sempre appannaggio dei capoluoghi di regione e di quelli di provincia?

Cosa succederà nella nostra regione? Chi saranno i candidati che SEL e PD seglieranno per le parlamentarie? E Grottaglie... soprattutto... avrà sempre il suolo ruolo di gregario?

Una cosa è certa: quello che si prospetta sarà un periodo carico di "cose da fare" per tutti gli attivisti della politica italiana. Molto più denso per il centrosinistra che ha scelto di fare le primarie dei parlamentari. Assolutamente saturo per le due segreterie grottagliesi: Aurelio Marangella e Franco Galiandro, rispettivamente segretario del PD e coordinatore di Sel, vedono aggiungersi altra "carne al cuocere" in un panorama locale già iperoccupato dalla verifica della Giunta Alabrese, che, tarda a chiudersi.

Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie