SPI/CGIL: “SULLA RACCOLTA DIFFERENZIATA SERVE UN REALE COINVOLGIMENTO DEI GROTTAGLIESI”
Di Redazione (del 21/12/2012 @ 16:52:00, in ecoGir, letto 1133 volte)

Il Segretario SPI/CGIL Grottaglie, Roberto De Gregorio, scrive una lettera aperta al Sindaco di Grottaglie invitandolo a mettere in campo azioni più incisive per favorire la raccolta differenziata dei rifiuti a Grottaglie, ancora troppo poco diffusa. “Signor Sindaco, scrive De Gregorio - è di questi giorni una discussione molto accesa sull'aumento della Ecotassa, in arrivo nel prossimo anno, dagli attuali 15 Euro a tonnelleta di indifferenziata smaltita in discarica a 25,82 (adeguamento ai livelli fissati dalle norme UE) per effetto della Legge Regionale nr.38 del 2011. Il nostro Comune, se non interverrà un emendamento, da approvare in Consiglio Regionale, per prorogare di un anno (2014) l'aumento predetto, sarà costretto a pagare di piu' perchè non ha conseguito l'obiettivo del 40 % entro il 31 Dicembre dell'anno in corso previsto dalla Legge Regionale.

Sulla realizzazione degli obiettivi fissati a livello regionale è in corso una polemica di rimpallo di responsabilità tra Regioni e Comuni inadempienti che spesso sfociano in polemiche poco costruttive e , pertanto, non attirano la nostra attenzione
.

 

 

 


Quello che ci interessa – prosegue De Gregorio - è il fatto che il nostro Comune non riesce a schiodarsi da anni da un 18% dopo un ventennio di raccolta differenziata ; e che tra i Comuni che hanno raggiunto la quota del 40% , secondo i dati di Lega Ambiente, non ci sono solo quelli più piccoli , ove è piu' facile organizzare la differenziata, ma anche di medie dimensioni e a noi viciniori come Francavilla Fontana, Oria, Ceglie Messapica e, pertanto ci impone di fare alcune riflessioni.

A Grottaglie si era sperato che l'Assessore tecnico all'Ambiente che, peraltro, non profferisce parola, avrebbe conseguito risultati apprezzabili: invece registriamo uno stallo. Abbiamo assistito ad alcune iniziative, alcune in verità velleitarie, come le “isole Ecologiche mobili”, delle quali desideriamo sapere i risultati raggiunti; ed altri utili, come il “porta a porta”, nella zona 167 Nord e Capone, della raccolta dell'umido, che però ha subito una interruzione, senza che la cittadinanza abbia ricevuta comunicazione sui motivi della sospensione del servizio, né si sono conosciuti i dati sull'entità della raccolta medesima.

Ciò detto, riteniamo che se non c'è una implementazione generale della raccolta della frazione dell'umido, che costituisce parte rilevante del rifiuto urbano, e non si aumentano le premialità sui conferimenti del differenziato all'Isola Ecologica, non si faranno passi significativi. Ad ogni modo, e lungi da voler offrire soluzioni affrettate, La invitiamo, Signor Sindaco, a convocare una Assemblea pubblica per rappresentare alla cittadinanza i problemi di crescita oltre l'attuale 18% e promuovere per questa via una gestione partecipata, con adeguati strumenti da adottare in corso d'opera, oltre al solito depliant allegato ai bollettini della TARSU
.

 

 


Raccolga, pertanto, - conclude De Gregorio - questa nostra sollecitazione per un reale coinvolgimento dei cittadini sulla problematica della “differenziata” come condizione indispensabile, unitamente a iniziative amministrative efficaci, per dare slancio ad un settore che consideriamo tra i primi a migliorare l'ambiente circostante e schierare Grottaglie, in un futuro prossimo, tra i Comuni che possano fruire delle premialità sulla Ecotassa invece delle penalità come ora ci tocca pagare.”



Si ringrazia la giornalista Anna Rita Palmisani per la comunicazione di quanto sopra


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie