GROTTAGLIE VERSO LA RACCOLTA DIFFERENZIATA SPINTA DEI RIFIUTI URBANI
Di Carlo Caprino (del 29/01/2013 @ 05:50:43, in Ambiente, letto 1314 volte)

Grottaglie procede verso la raccolta differenziata spinta dei rifiuti urbani, ad affermarlo è l’Assessore all’Ambiente Giammarco Lupo il quale dichiara: «La Regione Puglia ha accolto la proposta dell’Amministrazione Comunale della costituzione dell’Ambito di Raccolta Ottimale dei Rifiuti che includesse oltre al Comune di Grottaglie, i Comuni di Carosino, Faggiano, Monteiasi, Monteparano, Montemesola, Roccaforzata, San Giorgio Jonico e San Marzano di San Giuseppe»

I Comuni sono oggi riuniti nel cosiddetto ARO4 della Provincia di Taranto; tale Ambito è stato reso ufficiale dalla Regione Puglia, anche sulla base della proposta del Comune di Grottaglie, con la Deliberazione di Giunta Regionale n.2147 del 23 ottobre 2012.

 

 

 

«Siamo in dirittura d’arrivo rispetto ad un progetto nel quale l’Amministrazione Comunale ha sempre creduto – aggiunge l’Assessore Giammarco Lupo - nei prossimi giorni sarà convocata c/o il Comune di Grottaglie la prima assemblea, nella quale dovranno essere poste le basi del modello organizzativo dell’ARO per lo svolgimento delle funzioni associate di organizzazione del servizio di raccolta, spazzamento e trasporto dei rifiuti, questo determinerà la rimodulazione, con la conseguente ottimizzazione, dell’attuale servizio di raccolta dei rifiuti con lo scopo di raggiungere, si spera nel breve periodo anche con l’aiuto dei cittadini di Grottaglie, gli obiettivi di raccolta differenziata definiti dalla L.R. 38/2011.

Nell’ambito dell’autonomia concessa dalla Regione Puglia all’ARO, nel rispetto della Carta dei Servizi che verrà emanata dalla Regione Puglia in accordo a quanto previsto dalla L.R. 24/2012, il Comune di Grottaglie, raccogliendo le esigenze del territorio, si potrà fare promotore di iniziative specifiche nell’ambito della gestione dei rifiuti da un lato inibendo definitivamente la possibilità di realizzare ulteriori impianti per lo smaltimento dei rifiuti e dall’altro promuovendo iniziative innovative per il recupero e la valorizzazione degli stessi. Tale innovativo atteggiamento della Pubblica Amministrazione rimodulerebbe le posizioni dei soggetti a vario titolo interessati alla più ampia questione dello smaltimento dei rifiuti consentendo agli Enti di essere finalmente soggetti attivi nella “gestione ambientale” determinando sin dalla fase costitutiva del progetto obiettivi e finalità in linea con le esigenze sociali ed economiche del territorio
.

 

 

 

L’opportunità fornita dalla L.R. – conclude l’assessore Lupo - andrebbe colta in uno spirito di programmazione con orizzonte temporale ampio volta a realizzabili ambiziosi obiettivi già da tempo raggiunti in altre realtà del Paese. Le più ampie formule costitutive e gestionali di tali soggetti hanno dato prova di essere l’unica strada percorribile per una gestione ottimizzata e sostenibile nel settore.

E’ inutile sottolineare che il servizio organizzato ed erogato all’interno degli ARO consentirà economie di scala e di differenziazione idonee a massimizzare l’efficienza del servizio ma ha soprattutto la pretesa di dare finalmente voce ad una sempre più matura coscienza civica
».


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie