RIFLETTORI ACCESI SUL GROTTAGLIE CALCIO PER I PLAYOFF
Di Cosimo Linoci (del 09/05/2008 @ 16:45:11, in Sport, letto 1824 volte)

Il morale all’interno dello spogliatoio è buono, siamo sereni. Ora abbiamo la possibilità di confermare quanto di buono fatto vedere durante tutto l’arco della stagione, sfoderando una bella prestazione a Barletta”. Parole e musica di mister Del Rosso, che fa un’attenta disamina, inerente al momento felice, cha sta attraversando la sua squadra. “A Barletta dobbiamo cercare di fare la nostra partita. Avremo meno pressione rispetto a loro – prosegue lo stratega di Molfetta – andremo lì per giocarci la nostra partita, con la consapevolezza che, qualora fossimo in forma come dimostrato finora, daremo filo da torcere ai biancorossi”.

 

Enzo Del Rosso, parla poi del suo organico, che soffre di qualche defezione di troppo. “Non siamo al completo, ma nonostante ciò, faremo il massimo per essere pronti ad affrontare questo importante impegno”. Proprio per la gara ad eliminazione diretta, dal Comitato Interregionale, è arrivata la notizia del posticipo dell’orario d’inizio, che su richiesta della società avverrà alle 18.30 anziché alle 15.

 

Avrà la ribalta dei riflettori, dunque, la gara che per le due squadre vale una stagione. Intanto continua la preparazione dei biancazzurri che questo pomeriggio hanno svolto una seduta di allenamento bipartita in lavoro atletico e lavoro tecnico-tattico. Le uniche defezioni risultano essere quelle di Gaetano Pirone, che nella giornata di ieri si è recato a Napoli per sottoporsi all’intervento al tendine del tricipite che per tutta la stagione non gli ha dato tregua e di Daniele Piroscia che dovrà sottoporsi invece alla ricostruzione della cartilagine del ginocchio.

 

Per entrambi era scontato il forfait, in vista della gara in terra barese. L’unica nota stonata è arrivata invece dal giudice sportivo, che ha squalificato per un turno Andrea Solidoro. Il centrale di Crispiano, arrivato alla quota massima di cartellini gialli, sarà costretto a guardare la partita dalla tribuna del “Putilli”. Al suo posto ci sarà il difensore di Rutigliano Ezio Di Donna, che andrà a posizionarsi accanto a capitan Camassa. Per il resto, il tecnico di Molfetta dovrà soltanto decidere a quale modulo affidarsi, visto che con il canonico 4-4-2 dovrebbe fare a meno di uno tra D’Amblè e Lacarra.

 

Proprio per evitare di sacrificare uno dei due attaccanti, l’allenatore dei biancazzurri sta pensando di schierare i suoi uomini con uno spregiudicato 4-3-1-2, con il folletto Nicolas Chiesa ad agire alle spalle della coppia composta dal bomber di Lecce e dal granatiere di Modugno. Al momento però risulta alquanto difficile prevedere le mosse di Del Rosso, che manterrà uno stretto riserbo sull’undici iniziale, sino a pochi minuti prima dall’inizio della gara di Barletta.

 

La città delle ceramiche, nei giorni scorsi, ha dato il via ad una vera e propria mobilitazione, per organizzare l’esodo nella cittadina barese. I gruppi organizzati, riunitisi ieri sera hanno deciso di utilizzare auto e bus per raggiungere la “Città della Disfida”, partendo nella tarda mattinata di domenica.

 

Fonte: Tarantosera


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie