TERREMOTO IN CINA, IL GOVERNO: "MOLTE MIGLIAIA DI VITTIME"
Di Cosimo Linoci (del 12/05/2008 @ 16:26:00, in Esteri, letto 2364 volte)

L'epicentro del sisma di 7,8 gradi Richter nella provincia di Sichuan. Crollano scuole, ospedali, edifici.

 

WASHINGTON - Una tragedia spaventosa. E il bilancio delle vittime continua a salire. Il violento terremoto (magnitudo 7,8 gradi Richter) che ha colpito la Cina sudoccidentale, (guarda la mappa), ha provocato la morte di «migliaia di persone». A riferirlo è il governo.

 

Solo nel distretto di Beichuan, nella provincia del Sichuan, a nord della città di Chengdu, ci sarebbero tra i 3 mila e i 5 mila morti. Nella regione sarebbe crollato l'80% degli edifici. Centinaia di persone sono rimaste intrappolate sotto le macerie. Nella città di Dujiangyan è crollato un ospedale. Ma hanno ceduto anche scuole, fabbriche, case. L'agenzia "Xinhua" riferisce, in particolare, che ci sarebbero 900 studenti sotto i resti di un liceo a Juyuan: si lavora per tirarli fuori dai detriti.

 

Centinaia di persone sono sepolte sotto le macerie di due fabbriche chimiche crollate a Shifang: c'è stata anche la dispersione di 80 tonnellate di ammoniaca. Seimila residenti nella zona sono stati evacuati E si teme che il bilancio delle vittime possa aumentare man mano che giungeranno le notizie dai centri che si trovano tra la città di Dujiangyan e la località dove c'è stato l'epicentro del terremoto, Wenchuan. Secondo il ministero per gli Affari civili di Pechino, ci sono vittime in almeno quattro province: Sichuan, Gansu, Yunnan e Chongqing.

 

Fonte: Corriere della Sera


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie