IL CLERO DELLA CITTA' DI GROTTAGLIE SALUTA CON GIOIA IL NUOVO PAPA FRANCESCO
Di Redazione (del 14/03/2013 @ 17:41:16, in Vaticano, letto 1485 volte)

Ieri sera, alla fumata bianca che annunciava l'elezione del nuovo Pontefice di Roma, alcune Chiesa della città di Grottaglie hanno suonato le campane a festa.

Questa mattina abbiamo contattato alcuni sacerdoti grottagliesi di adozione o nascita chiedendo loro un commento su Papa Francesco Jose Maria Bergoglio.

"Sarà una coincidenza ma il Pontefice appena eletto porta il nome di Francesco è gesuita ed è nato il 17 dicembre come il nostro santo concittadino."
Commenta così Don Eligio Grimaldi , parroco della Chiesa Matrice di Grottaglie.

"Con il suo sorriso, la sua dolcezza e la sua umiltà ha subito conquistato il cuore di tutti. Certamente siamo all'inizio per cui ogni valutazione viene fatta solo sulla base delle emozioni che ha trasmesso nel suo breve messaggio di saluto prima della benedizione. Per noi cattolici il Papa, come diceva Santa Caterina da Siena, è il dolce Cristo in terra, per cui vogliamo accogliere il suo invito ad essere collaboratori per il servizio del Regno di Dio. Dalle testimonianze raccolte è un uomo dal cuore grande, e sa farsi vicino ai bisognosi, conosciuto e molto apprezzato per le sue doti pastorali e culturali. Il Signore - conclude Don Eligio - ce lo ha donato come Pastore, l'impegno da parte nostra ad accogliere il suo progetto pastorale e le sue provocazioni per vivere in conformità agli ideali del Santo Vangelo"

"Il nostro cuore é pieno di gioia per il dono che il Signore ha fatto all'umanità e alla Chiesa con la persona di Papa Francesco."
Commenta alla redazione di Gir Don Salvatore Magazzino , sacerdote grottagliese parroco a Pulsano. " La sua testimonianza di bellezza evangelica è l'ennesima Santa provocazione a tornare all'essenziale. Ha parlato del popolo di Dio di cui tutti ne facciamo parte. Sia costante questo pensiero che il popolo é di Dio, non possono esserci padroni del popolo, ma solo semplici guide testimoni fedeli di una storia letta con gli occhi dell'Amore di Dio. Che sia nostro Padre premuroso. Papa Francesco :un nome un programma. Sia la guida per la nostra liberazione da tutto quello che pesantemente ci soffoca perche ha coperto e nascosto la bellezza del nostro cuore"

"Una grande gioia e grande gratitudine per Papa Francesco. Questi sono i sentimenti che in queste ore riempino il mio cuore - ci dice Don Alessandro Argentiero , viceparroco della Chiesa Matrice di Grottaglie.
"Un Papa che ha gia' conquistato i cuori della gente per la sua semplicita' e per il suo amore per la nostra amata Chiesa. Questa mattina i miei alunni a scuola erano entusiati mi dicevano "Don Alessa' sto Papa è simpatico".... ripetevano tutti. L'ho hanno chiamato dalla fine del mondo. Tutti insieme preghiamo veramente tanto per il nostro Papa Francesco e per tutta la nostra Chiesa"

Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie