“SCONTRO” TRA VOLONTARI IN PIAZZA PRINCIPE DI PIEMONTE A GROTTAGLIE, LA RISPOSTA DELLA LAV
Di Redazione (del 22/03/2013 @ 06:29:56, in Lettere, letto 1140 volte)

Qualche giorno fa avevamo pubblicato una lettera dei volontari AIL di Grottaglie, che denunciavano quanto avvenuto nel corso di una manifestazione di raccolta fondi svoltasi in piazza Principe di Piemonte.  Dopo la risposta del Sindaco di Grottaglie, che si scusava per quanto avvenuto, riceviamo e pubblichiamo il commento dei volontari della LAV (Lega Anti Vivisezione), chiamati direttamente in causa dalla segnalazione dei volontari AIL.

 

 

 

 

"Giusto due parole, - scrive la sig.ra D. D’Arcangelo a nome dei volontari LAV - non per giustificare né per accusare ma chiarire. Noi, attivisti L.A.V. avevamo tutte le autorizzazioni per occupazione suolo pubblico e utilizzo gazebo comunale e luce elettrica, le date non potevano essere cambiate in quanto sono Giornate Nazionali e non decise dal singolo cittadino.

L'ufficiale giudiziario NON è della L.A.V. e dunque sono state messe parole che noi non abbiamo proferito
.

 

 

 

La Legge – conclude il commento - prevede sanzioni per occupazione indebito di Suolo Pubblico.. la Legge Italiana.. non privati cittadini ... Ossequi.


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie