“VIGILIAMO PER LA DISCARICA”: I RIFIUTI INDUSTRIALI SEQUESTRATI NEL PORTO DI TARANTO NON FINISCANO DISCARICHE JONICHE”
Di Redazione (del 08/07/2013 @ 06:50:58, in Ambiente, letto 972 volte)

Al presidente Vendola, al direttore Arpa/Puglia Assennato, al sindaco Alabrese, Vigiliamo chiede che ai cittadini di Grottaglie e S. Marzano siano date le più ampie garanzie sulla destinazione e sullo stoccaggio dei rifiuti sequestrati in questi giorni nel porto di Taranto.” Lo rende noto un comunicato della stessa associazione, che afferma: “E’ infatti riportato dalla stampa che il Corpo Forestale dello Stato, di stanza nel porto di Taranto, ha posto sotto sequestro 25 tonnellate di “pastello di piombo”, rifiuti provenienti dalla frantumazione delle batterie elettriche esauste, e diretti in Israele.

 

 

 

Tale rifiuti – prosegue il comunicato - erano spacciati per “solfato di piombo”, al fine di aggirare la normativa vigente, e provengono da una ditta esportatrice del Salento. Così come fa da anni, il comitato Vigiliamo per la discarica continua a insistere sulla necessità di controlli puntuali e mirati sui rifiuti industriali diretti alle discariche per rifiuti speciali della provincia di Taranto (Ecolevante-Lgh, Vergine e Italcave) data l’enorme frequenza, come si è verificato in questo caso, di delittuosi “giri-bolla” che occultano sotto falso nome la reale natura del rifiuto.

E continua a richiedere l’intervento della Regione affinché disponga che l’Arpa effettui controlli specifici sui rifiuti con codice Cer 191212 e sui rifiuti con “codice a specchio”, che sono rifiuti la cui pericolosità è presunta salvo che il conferimento del rifiuto sia accompagnato da tutte le necessarie, adeguate, approfondite e complete analisi che escludano la presenza nel rifiuto di sostanze pericolose che superino i limiti di concentrazione previsti dalla legge
.

 

 

 

 

In particolare, - conclude il comunicato - il comitato Vigiliamo per la discarica fa esplicito appello al sindaco Alabrese affinché metta in atto quanto deliberato nell’odg del Consiglio comunale approvato lo scorso febbraio e richieda alla Regione di disporre che l’Arpa controlli singolarmente ogni camion qualora dovessero arrivare rifiuti in forza di provvedimenti commissariali.”


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie