PD TARANTO: “DISCARICHE ILVA, L’APPLICAZIONE DELL’AIA Č LA VIA MAESTRA PER GARANTIRE LA AMBIENTALIZZAZIONE”
Di Redazione (del 02/09/2013 @ 07:10:14, in Ambiente, letto 1069 volte)

Nei giorni scorsi è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge con cui si garantisce: “L’attuazione del Piano delle misure e delle attività di tutela ambientale e sanitaria necessarie per assicurare il rispetto delle prescrizioni di legge e dell’autorizzazione integrata ambientale rilasciata a ILVA di TARANTO.” E “Si dà mandato alla riapertura della discarica della Mater Gratie”.

Il Partito Democratico di Taranto, in merito alla questione delle discariche, ribadisce che l’applicazione dell’AIA è la via maestra per garantire la piena ambientalizzazione del sito produttivo dell’Ilva. Per un anno intero il PD si è impegnato per far approvare dalle Camere le leggi per Taranto, che stanno investendo diversi miliardi di euro per dare certezza di lavoro, salute e ambiente, attuando finalmente nel nostro Paese politiche industriali avanzate
.” Lo dichiarano in un comunicato congiunto Massimo Serio, Segretario Provinciale e Lanfranco Rossi, Responsabile Sviluppo Economico del partito Democratico, aggiungendo che : “La soluzione dell’annosa questione delle discariche, rappresenta un passaggio fondamentale ed ineludibile nel rispetto del principio dell’auto smaltimento e dell’obbligo di prossimità così come sancito dalla convenzione di AARHUS.

 

 

 

 

Il decreto del Governo, - prosegue il omunicato - dà il via alle modalità di costruzione e gestione delle discariche per i rifiuti pericolosi e non pericolosi per la protezione ambientale e sanitaria. Il PD Jonico chiede, che durante la fase di conversione in legge del decreto del 26.08.2013, vengano garantite tutte le prescrizioni previste dalle attuali Norme Nazionali e Internazionali. L’ARPA Puglia e ISPRA Nazionale, devono avere il pieno controllo e monitoraggio nell’applicazione e rispetto delle leggi in materia ambientale, di intesa con il sub commissario nominato dal ministro dell’Ambiente, con il concorso degli Enti Locali interessati, verso i quali vanno anche determinate misure di compensazione ambientale.

Così come afferma il sub commissario Edo Ronchi, nella sua intervista al Sole 24 ore: “Bisogna essere molto chiari, i lavori dell’AIA e la messa in sicurezza ambientale dello stabilimento, producono rifiuti che vanno smaltiti, e non è praticabile la strada di portare fuori questi rifiuti, a patto anche di trovare siti disposti ad accoglierli. Se vogliamo che il risanamento della fabbrica vada avanti e non si perda tempo, le discariche servono. Non c’è alternativa
”.

 

 

 

Il Partito Democratico Jonico, - afferma ancora il comunicato - proprio perché non si deve perdere tempo, e non c’è alternativa, ribadisce che le discariche devono essere messe a norma, per non causare danni alle popolazioni del territorio ed ai lavoratori che lavorano all’interno della fabbrica. Gli Enti Locali (Regione, Comuni, Provincia) devono esercitare il loro ruolo e funzione di controllo, in sinergia con ARPA Puglia e ISPRA Nazionale, che devono sovrintendere alla loro funzione di garanzia ed alla applicazione rigida delle prescrizioni, così come prevedono le leggi e le direttive europee.

Infine, il PD dà mandato al proprio gruppo consiliare del Comune di Taranto di promuovere un'audizione del sub commissario Edo Ronchi, presso la Commissione Ambiente, alla presenza del Sindaco di Taranto, dei Parlamentari e dei Consiglieri Regionali dell’intero territorio Jonico
.”


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie