50 AVVOCATI SCRIVONO UNA LETTERA APERTA AL SINDACO DI GROTTAGLIE SU CHIUSURA TRIBUNALE E GIUDICE DI PACE
Di Redazione (del 19/09/2013 @ 19:25:38, in Lettere, letto 1599 volte)

Egr. Sindaco Avv. Ciro Alabrese,
In questo periodo di austerity, noi avvocati e cittadini siamo costretti ad affrontare un evento che influirà negativamente sulla vita della cittadinanza grottagliese e limitrofa in quanto inciderà sul nostro diritto alla giustizia e sul generale andamento economico.

La chiusura delle sezioni distaccate dei tribunali è ormai fatto certo, nel maldestro tentativo da parte del governo di risparmiare qualche spicciolo a scapito della popolazione. Questa soppressione porterà disagi tali da allontanare ancor di più il cittadino dall’idea di una giustizia efficiente e farà perdere fiducia, se pure ce ne fosse rimasta, nei confronti della macchina statale.

A questa scellerata disposizione, si aggiunge la scelta di chiudere gli uffici del Giudice di Pace che, sappiamo benissimo essere nella decisone delle piccole controversie, un valido sostegno al sistema giudiziario italiano già notoriamente al collasso.

La chiusura dell’ufficio di G.d.P. a Grottaglie non deve essere vista solo come un disagio per gli avvocati, ma è un danno gravissimo soprattutto per l’utenza che vedrà nell’allungamento delle distanze e soprattutto nella dilatazione dei tempi della giustizia e dell’aumento dei costi un’ulteriore affronto, un’ulteriore penalizzazione in questo periodo di fortissima tensione economica durante il quale il cittadino è a poco a poco spogliato di tutti i suoi diritti, come quello di percepire all’interno della propria cittadina una diramazione dell’esercizio della giustizia.

In questo contesto incredibilmente scoraggiante in cui noi professionisti ci troviamo a combattere ed in cui il cittadino si sente sempre più abbandonato e preso in giro potrebbe esserci però uno spiraglio che dipende dal suo augurato buonsenso che le faccia compiere una scelta nel rispetto del patto che lo lega alla cittadinanza che rappresenta.

Ci rivolgiamo a lei come stimato collega e come sindaco di una città che vanta una tradizione giudiziaria ultradecennale affinché si impegni al fianco della cittadinanza ed adotti gli opportuni provvedimenti volti a tenere aperto l’attuale ufficio. Ci auguriamo che sia al nostro fianco in questa battaglia, come sindaci e avvocati di tutta Italia stanno facendo in questo momento. In paesi vicini come San Giorgio Jonico, Lizzano e Francavilla Fontana e lontani, i sindaci hanno compiuto una scelta importante ed indispensabile accollandosi le spese, tra l’altro esigue, per il mantenimento degli uffici senza che la categoria che rappresentiamo ne la cittadinanza dovessero arrivare al punto di farne espressa richiesta come, nostro malgrado, in questo caso.

Sicuri dell’attenzione che dedicherà all’urgente problema prospettatogli, confidiamo che Lei quanto prima ci comunichi le sue intenzioni con l’auspicio che compia una scelta utile per salvaguardare l’interesse primario dell’avvocatura e di tutta la cittadinanza che rappresenta. Distinti saluti
Studio Legale Leone

Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie