L’ISTITUTO COMPRENSIVO “PIGNATELLI” FESTEGGIA I NONNI ALLA CASA DI RIPOSO DI GROTTAGLIE
Di Redazione (del 02/10/2013 @ 13:00:00, in Sociale, letto 1393 volte)

Mercoledì 02 Ottobre è tornata la “Festa del Nonno”. Istituita nel 2005 dal Parlamento Italiano, che ha riconosciuto ufficialmente il ruolo fondamentale dei nonni nella società in termini di aiuto, sia affettivo che concreto, alle famiglie e ai loro nipoti. La ricorrenza, così cade il giorno in cui la Chiesa celebra gli Angeli, ed è concepita proprio come momento d’incontro e riconoscenza nei confronti dei “nonni-angeli” custodi dell'infanzia.

Per quest’occasione, i bambini di 5 anni delle Scuole dell’Infanzia plesso “La Sorte” e “Campitelli”, e i bambini delle quinte classi della Scuola Primaria “Sant’Elia” dell’Istituto Comprensivo Pignatelli, si sono cimentati a festeggiarli. A raccontare l’evento è la professoressa Maria Cristina De Vita, che scrive: “Gli alunni si sono recati presso la Casa di Riposo “S. Francesco de Geronimo” di Grottaglie per trascorrere una giornata di festa con tutti “i nonni” ospiti della struttura. I piccoli “pargoli” delle Scuole dell’Infanzia hanno recitato delle poesie, eseguito dei canti e poi sul motivo “Il bel Danubio blu”, accompagnati dalle melodiose note del violino e di altri piccoli strumenti musicali suonati e pizzicati da loro stessi, diretti dalla Prof.ssa Gabriella Pastore, docente di strumento della Scuola Media Secondaria dell’Istituto, hanno riportato grande successo.

Alla fine i piccoli, insieme alle loro brave insegnanti hanno donato ai “nonni” dei quadrifogli “portafortuna” da loro preparati per l’occasione accompagnati da un ricco cesto di prodotti tipici locali
.

 

 

 

Invece i bambini della Scuola Primaria hanno eseguito anche loro dei canti e declamato delle poesie e come “dulcis in fundo” un po’ per ricordare la giovinezza dei loro “nonni” hanno recitato dei proverbi e degli indovinelli in “grottagliese”, coinvolgendoli con domande sulla loro infanzia e sugli usi e le tradizioni locali dei loro tempi.

Infine, i bambini felici e coinvolti hanno donato un segnalibro a ogni “nonno” che aveva preparato con le maestre a scuola, colorandolo e arricchendolo con delle frasi affettuose. La giornata è terminata in un clima di festa degustando tutti insieme dei pasticcini al suono della “pizzica”
.

 

 

 

La giornata, coordinata dalla Direttrice della Casa di Riposo e dalle Assistenti sociali del Comune di Grottaglie, come ogni anno, ha rappresentato un momento d’incontro e di scambio tra generazioni, riuscendo a far emergere quei sentimenti di rispetto e di affettuoso interesse per quei “nonni” che tanto hanno da dirci e da insegnarci, che non sta sui libri, ma che abbiamo tanto da imparare attraverso il loro contatto in questi momenti.

“I nonni” sono una risorsa effettiva per le famiglie non solo in termini economici, ma anche umani, la loro presenza è certamente arricchente, essi sono fonte di tenerezze e attenzioni, scrigno delle memorie, delle tradizioni, aiuto sollecito e disinteressato. Un "grazie" particolare a due figure fondamentali della famiglia e della società intera: il nonno e la nonna
."


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie