DOPO IL BLASCO ARRIVA ZUCCHERO, IL TURISMO PUGLIESE E’ SEMPRE PIÙ ROCK!
Di Carlo Caprino (del 15/10/2013 @ 20:37:42, in Puglia, letto 1303 volte)

L’estate e la sua voglia di vacanze è oramai in archivio, ma ancora una volta – nonostante il tempo uggioso e qualche pioggia – la Puglia si conferma una regione dalla forte attrattiva turistica, capace oramai di competere testa a testa con le più famose località italiane e straniere. Merito oramai di strutture rodate, di eventi sempre più interessanti ed originali, di bellezze storiche, artistiche e naturali che non hanno uguali nel mondo. 

Oggi
il noto cantante Zucchero Fornaciari ha fatto una visita alle grotte di Castellana, ammirando stalattiti, stalagmiti ed un panorama unico ed affascinante. Una visita durata all’incirca un paio d’ore, come si apprende dalla pagina Face Book ufficiale delle Grotte di Castellana, da cui sono tratte le immagini che vi proponiamo

 

 

 

 

Dopo le vacanze di Vasco Rossi a Castellaneta Marina, diventato oramai il “buen retiro” del Blasco nazionale, è ora un’altra località pugliese ad attirare l’interesse di un rocker nostrano, per l’entusiasmo dei suoi fans e ammiratori. Aldilà della notorietà del personaggio, che pure è tale da aver destato l’interesse dei tanti visitatori presenti presso le grotte, l’occasione è ancora una volta propizia per evidenziare quale sia la strada da percorrere per consolidare un trend in ascesa, in grado di diventare un importante fattore di sviluppo sociale ed economico per tutta la regione.

 

 

 

Dal Salento al Gargano, passando per le Murge, lo Ionio e l’Adriatico, la Puglia, anche in sinergia con Calabria e Basilicata, può e deve puntare sempre di più su un turismo stanziale, meno “mordi e fuggi” e più interessato a scoprire le tante proposte possibili grazie a iniziative specifiche. Oramai ogni paese o città – specie d’estate – ha una sagra, una festa, un evento: ora a questa fase di caotico entusiasmo deve affiancarsi una organizzazione in grado di coordinare e proporre al meglio tutte queste proposte, valorizzandole e facendole conoscere ai potenziali utenti.

La Puglia insomma, può e deve guardare con rinnovata consapevolezza ai suoi mezzi, iniziando a ragionare su un futuro post-industriale e scommettendo sulle tante energie che non aspettano altro che di poter dare ol meglio di sé. Allora, cosa stiamo aspettando? Che il concerto abbia inizio!


(Si ringraziano Gessica Caramia e Ciro Marraffa del Gruppo Grotte Grottaglie per la segnalazione)


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie