ANCHE I DIPENDENTI DELLA SSI DI TARANTO COMPRESI NEL CONTRATTO DI SOLIDARIETA’ PER 24 MESI
Di Redazione (del 05/11/2013 @ 06:55:29, in Economia, letto 1569 volte)

E’ confermato che la Sistemi Software Integrati Spa (società controllata Selex ES) sarà interessata dal Contratto di Solidarietà difensivo della durata di 24 mesi, con le stesse modalità e principi già applicati dalla controllante SELEX ES. L’accordo avrà effetto su 223 unità lavorative dei siti di Taranto, Roma, Pisa e Ronchi dei Legionari.” A comunicarlo è Andrea Toma, della RSU Uilm, che aggiunge: “Gli ammortizzatori sociali previsti dall’accordo per tutte le controllate interessate dal progetto di dimensionamento degli organici (essenzialmente quelle che presentano un bilancio negativo) riguardano rispettivamente 20 unità in CIG e 30 unità in mobilità, a fronte dei 91 esuberi dichiarati.

 

 

 

A oggi – aggiunge Toma - la RSU Uilm deve costatare che alcuna informazione è stata fornita dalla SSI in merito a come tali ammortizzatori saranno utilizzati dalla società. Pur riconoscendo gli strumenti individuati dall’accordo come utili per tenere legati i lavoratori ai luoghi di lavoro e salvaguardare le singole realtà industriali, la RSU Uilm esprime forte preoccupazione per la SSI, in un territorio già aggredito dagli effetti della crisi a discapito dell’occupazione locale.

L’atavica “questione gestionale”, contrassegnata da scarsa lungimiranza e ritardo nella definizione di strategie capaci di rispondere alle esigenze del mercato, e soprattutto la mancanza di un credibile piano industriale per la società, comprometterebbero seriamente l’efficacia degli ammortizzatori sociali programmati, così come vediamo accadere ormai quotidianamente in molte industrie italiane.

E’ inaccettabile che una realtà come SSI, fiore all’occhiello di Finmeccanica, riconosciuta e incentivata anche dalla Regione Puglia attraverso i significativi investimenti dei progetti POR, versi in questa difficile situazione
.

 

 

 

In tutto il territorio nazionale, e non ultimo quello tarantino dove la controllante SELEX ES ha una così forte e radicata presenza industriale, punto di riferimento per l’Amministrazione della Difesa, - ribadisce Toma - la RSU Uilm chiede una strategia industriale atta a restituire professionalità, sviluppo economico e occupazionale, quale può essere la fusione della SSI all’interno della grande SES preservandone gli insediamenti territoriali ed esaltandone le qualità e le competenze maturate in un ventennio di storia scritta e sancita nel nome della grande industria Finmeccanica.”


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie