A TARANTO SI GIOCA A DADI CON MOZART E SI POTRANNO COMPORRE E ASCOLTARE MILIARDI DI MINUETTI DIVERSI!
Di Redazione (del 18/11/2013 @ 23:50:36, in Spettacoli, letto 821 volte)

Gran finale per “Stili a Confronto”, la Rassegna cameristica dell’Orchestra Magna Grecia che, con la formula del “Coffee-concert”, prevede quattro matinée gratuiti nella sede universitaria nel Centro storico di Taranto: poco più di mezz’ora di buona musica e poi un caffè tra amici parlando con i musicisti, una sosta culturale nella giornata di lezioni degli universitari e di tutti i cittadini che vorranno partecipare.

Al termine del quarto e ultimo concerto “Tra gioco e Scienza”, infatti, studenti e cittadini saranno chiamati a interagire con i musicisti con il "Musikalisches Würfelspiel" ("Gioco di dadi musicale") di Wolfgang Amadeus Mozart. Il compositore salisburghese inventò questo gioco con due dadi e diversi gruppi di carte su ognuna delle quali scrisse un frammento di pentagramma con note: il pubblico di Taranto dovrà tirare i dadi e, in base al numero uscito, scegliere da uno dei mazzi una carta.

Disponendo in fila le carte estratte magicamente si comporrà lo spartito di un brano musicale, in particolare un minuetto, che sarà eseguito sul momento al pianoforte. Con il "Musikalisches Würfelspiel" di Mozart il numero di minuetti, tutti diversi, che possono essere composti sul momento è di 29 miliardi di miliardi di miliardi!

 

 

 

Nella prima parte del concerto “Tra gioco e Scienza”, saranno invece proposti brani musicali che presentano eterogenee “assonanze” tra la musica e la scienza: si parte con il Quintetto con pianoforte di Alexander Borodin, famoso musicista ma anche valido chimico, per poi passare all’esecuzione di tre fughe per quartetto d'archi da “L'Arte della fuga” di Johann Sebastian Bach, capolavoro in cui il tedesco mostra gli esatti rapporti matematici esistenti nella composizione di una Fuga, e, infine, i “5 Madrigal stanzas” per violino e pianoforte scritti da Bohuslav Martinů per lo scienziato Albert Einstein.

Il concerto “Tra gioco e scienza” si terrà mercoledì prossimo, 20 novembre, con ingresso libero e gratuito alle ore 10.30 nella Basilica di San Francesco, nella sede della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università “Aldo Moro” nell’ex Caserma Rossarol, in via Duomo a Taranto.

 

 

 

“Stili a Confronto” è stata organizzata in collaborazione con il Polo Universitario Jonico – Facoltà di Giurisprudenza e con il sostegno di “Programma Sviluppo”, azienda leader nella formazione professionale e aziendale: Università degli Studi e Programma Sviluppo rappresentano, seppur in modi e ambiti diversi, eccellenze del nostro territorio nel campo della formazione che hanno voluto così contribuire ad innalzare e diversificare l’offerta culturale del nostro territorio. Nel 2003 l’Orchestra della Magna Grecia è stata riconosciuta ICO (Istituzione Concertistica Orchestrale) dal MIBAC.

Il suo partner culturale e sociale per la Stagione 2013-2014 è Ubi Banca Carime che ha rinnovato la presenza con l’impegno per il tramite dell’ICO Magna Grecia di diffondere ingressi ai concerti alle fasce sociali deboli e ai giovani studenti di musica delle scuole, per questo e per le modalità di fruizione gli interessati potranno rivolgersi alla segreteria dell’OMG. L’Orchestra ICO della Magna Grecia è sostenuta da Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e Turismo, Fondazione Cassa di Risparmio di Puglia, Camera di Commercio di Taranto, Regione Puglia, Provincia di Taranto, Confindustria Taranto, Comune di Taranto, Shell Italia E&P S.p.A., I&S Group, Programma Sviluppo e Fondazione Oro 6 per il Sociale.


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie