GROTTAGLIE, IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA IL BILANCIO. "INVARIATE LE TARIFFE DEI SERVIZI NONOSTANTE I TAGLI DEL GOVERNO"
Di Redazione (del 06/12/2013 @ 07:05:39, in Cronache, letto 1355 volte)

Il Consiglio Comunale di Grottaglie, nella giornata di ieri 5 dicembre, ha approvato il Bilancio di Previsione 2013 e relativi atti connessi. Lo comunica una nota dell’Amministrazione comunale che evidenzia: “In via preliminare è doveroso sottolineare le costanti difficoltà finanziarie in   cui i Comuni italiani sono costretti a convivere per via dei pesanti tagli che essi subiscono e che sono stabiliti dal Governo Centrale. Nel dettaglio, nel corso del triennio 2011-2012-2013 il Comune di Grottaglie ha subito una pesante decurtazione dei trasferimenti statali per un importo che supera i 2 milioni di euro.

 

 

 

Eppure – prosegue la nota dell’amministrazione comunale di Grottaglie - nonostante questo dato drammatico, il Comune di Grottaglie è riuscito a confermare quasi in toto le tariffe degli anni precedenti, relativi ai servizi individuali. Infatti, nello specifico:
1. Conferma dell’addizionale comunale IRPEF;
2. Conferma delle aliquote IMU al minimo per i terreni agricoli, fabbricati rurali ed aree edificabili;
3. Conferma delle tariffe per quanto riguarda l’imposta di pubblicità e dei diritti di affissione;
4. Conferma delle tariffe relative ai canoni di concessione per le occupazioni temporanee e permanenti delle aree e suolo pubblico (COSAP);
5. Conferma delle contribuzioni per il servizio di trasporto scolastico;
6. Conferma dei canoni di concessione “box” nei mercati coperti, gli stessi ormai dal 1994;
7. Conferma delle contribuzioni stabilite quale retta di ricovero presso la Casa di Riposo;
8. Conferma delle contribuzioni per la fruizione dei servizi resi dal Centro Aperto Polivalente a favore delle persone anziane;
9. Conferma degli oneri concessori per le costruzioni, di cui alla legge Regionale n. 6/79; 10. Conferma di tutte le altre tariffe relative ai servizi a domanda individuale di minore entità.

Gli unici aumenti deliberati sono stati quelli relativi all’aumento dello 0,18% dell’IMU sulle seconde case (dal 7,6 per mille al 9,4 per mille), aumento, è bene sottolineare, che la stragrande maggioranza dei Comuni Italiani avevano effettuato già negli anni scorsi ed in misura ben maggiore ( 10,6 per mille), e all’adeguamento delle tariffe relative alla tassa di smaltimento dei rifiuti solidi urbani (TARES), dovuta essenzialmente all’imposizione legislativa dello Stato che impone ai Comuni di coprire interamente il costo di smaltimento coi proventi degli utenti, con l’applicazione di coefficienti prefissati dalla legge
.

 

 

 

Infine, – prosegue la nota - il Comune è anche riuscito a diminuire le tariffe per quanto riguarda le fasce di contribuzione del servizio di mensa scolastica, con un notevole risparmio per i cittadini.

“ Nonostante i pesanti tagli dei trasferimenti statali, -
afferma il Sindaco, Ciro Alabrese – il Comune di Grottaglie, lo posso affermare con certezza, è riuscito ad approvare un bilancio che ha salvaguardato i bisogni e le esigenze delle famiglie grottagliesi, mantenendo invariati i livelli di contribuzione dei cittadini, con tariffe che in molti casi sono più basse rispetto a quelle praticate da altri Comuni italiani”. “

Purtuttavia –
continua il Sindaco – siamo riusciti anche a garantire buoni livelli di spesa e di investimenti destinati alla crescita e allo sviluppo economico, sociale e culturale della nostra città”. Penso, ad esempio all’assistenza dei disabili nelle scuole, all’assistenza agli anziani, al funzionamento dell’asilo nido per quanto riguarda i servizi sociali, mentre, in tema di opere pubbliche, cito tra le altre cose, l’adeguamento della piscina comunale, la costruzione di 100 gentilizie comunali, il completamento del 1° stralcio funzionale del Convento dei cappuccini, l’adeguamento del Palazzetto dello sport di via Don Minzoni, la sistemazione delle strade interne all’abitato”.


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie