IL 2014 INIZIA CON TANTI AUMENTI: POSTA, LUCE, AUTOSTRADE, CAFFE', TARES, IMU
Di Marco Alatri (del 03/01/2014 @ 10:08:41, in Economia, letto 859 volte)
Il nuovo anno, nonostante tutti i buoni auspici, inizia male. Almeno per ciò che concerne le tasse e gli aumenti che i contribuenti sono obbligati ad onorare.

Abbiamo ancora nella mente le parole del Presidente della Repubblica. Nel suo messaggio di fine anno ha invitato alla speranza. Alla fiducia. E ha cercato si spronare tutti. Loro per primi. Tante parole e tante buone promesse che si scontrano con la realtà dei fatti e delle scelte.

Il pedaggio autostradale ha subito un aumento del 4%.
Nonostante i tanti cantieri aperti. Questo però è un dato medio. Se si prende i casi specifici ti ritrovi ad avere un pedaggio autostradale aumentato del 300%: quello sulla Padova - Venezia.

Gli aumenti riguardano anche la bolletta della luce: + 0,7%.
E perfino gli sfizi come gli snack, i caffè e le bevande dei distributori automatici dove l'iva passa dal 4 al 10%.
Sale anche l'imposta di bollo sugli investimenti nei conti titoli: dall'1,5 al 2 per mille.

Ma gli aumenti saranno a pioggia e interesseranno anche le tariffe postali (+10,1%), i taxi (+5,2%), l'acqua potabile (+6,7%).
Per non parlare della Tares e dell'IMU.

Buon anno a tutti!

Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie