“A TAVOLA CON SAPERI, SAPORI E COLORI”, EDUCAZIONE ALIMENTARE DEL ROTARY CLUB GROTTAGLIE PER GLI ALUNNI DELLA “DON BOSCO”
Di Redazione (del 14/01/2014 @ 07:11:04, in Sociale, letto 1881 volte)

Parte oggi, presso l’Istituto Comprensivo Statale “Don Bosco” di Grottaglie, il Progetto di educazione alimentare: "A tavola con Saperi, Sapori e Colori”, progetto promosso dal Rotary Club Grottaglie, a cura delle socie le Dott.sse Francesca Galetta, Tecnologo alimentare e Angela Buondonno, Biologa nutrizionista.

A darne notizia è un comunicato dello stesso Rotary Club Grottaglie, che evidenzia come: “Nel 2011 Il Ministero della ricerca, dell'università e dell’Istruzione ha deliberato le prime "Linee guida dell'educazione alimentare nella scuola italiana", un documento che descrive il ruolo, e i compiti che, la scuola si prefigge di ricoprire attraverso percorsi educativi mirati sull'educazione alimentare. Dal 1990 a oggi è aumentato il numero di giovani in sovrappeso o con problemi di obesità e la cifra sembra destinata ad aumentare negli anni a venire a meno di forti ed efficaci interventi educativi.

In Italia il fenomeno è preoccupante tanto che lo stesso Ministero della Salute ha promosso e finanziato diversi progetti al fine di sviluppare un sistema di sorveglianza sullo stato ponderale e i comportamenti a rischio nei bambini delle scuole primarie "OKkio alla salute". Secondo i dati più recenti (ottobre 2010) di tale sistema il 22,9% dei bambini misurati è risultato in sovrappeso e l'11,1% in condizioni di obesità.

I dati ottenuti inoltre dimostrano una spiccata variabilità interregionale, con percentuali tendenzialmente più basse nell'Italia settentrionale e più alte nel sud (dal 15% di sovrappeso e obesità nella provincia autonoma di Bolzano al 48% in Campania)
.

 

 

 

La Finalità del progetto – prosegue il comunicato del Rotary Club Grottaglie - è di guidare i bambini a una corretta ed equilibrata alimentazione, promuovendo abitudini alimentari sane, un corretto stile di vita, proteggendo la salute e la qualità della vita attraverso la riscoperta del gusto, dei valori storici e culturali dell’alimentazione, della qualità complessiva del cibo (sicurezza, sostenibilità, stagionalità, territorialità), nel rispetto delle tradizioni, dell'ambiente e dei prodotti della tavola.

“Il progetto è in perfetta sintonia con le finalità del progetto EXPO' del 2015, evento di portata mondiale, che pone l'alimentazione all'attenzione dei media e delle istituzioni, il programma prevede i seguenti argomenti teorici: Storia dell'alimentazione, indagine conoscitiva delle abitudini alimentari, stile di vita e Larn (livelli di assunzione raccomandati di nutrienti), nutrienti e piramide alimentare, i cinque sensi e l’etichettatura, che saranno approfonditi attraverso delle lezioni che alterneranno la teoria, le attività ludiche e pratiche in un percorso di formazione che seguirà gli alunni nei diversi ordini di scuola ”
afferma la Dott.ssa Francesca Galetta.

Gli attori coinvolti nel progetto sono i ragazzi di oggi, prima bambini in età prescolare alla scoperta continua del "buon cibo", poi ragazzini in età scolare sempre più attenti che diventeranno i consumatori informati del domani, attori e genitori del futuro, responsabili di scelte consapevoli di una sana e corretta alimentazione dei propri figli.

 

 

 

La scuola – ribadisce il comunicato - è pertanto l'ambiente più adatto per raggiungere tale finalità perché è nell'infanzia prima e nell'adolescenza dopo che nascono per poi consolidarsi le abitudini alimentari. Il Progetto avrà durata triennale e seguirà i piccoli alunni delle scuole d’infanzia Pellari e Collodi, delle Scuole Primarie Giovanni Paolo II e Don Bosco e i ragazzi della Scuola Media Don Luigi Sturzo nel corso della loro crescita.

“Il Progetto rientra tra le attività promosse dal Club a favore delle nuove generazioni”
afferma il Presidente Mauro Magliozzi “così come previsto sia dalle direttive del Rotary International e sia dal Tema dell’anno del nostro Governatore il Prof. Ing. Renato Cervini: Un futuro per i giovani; Ringrazio a nome di tutto il club, la Dott.ssa Patrizia Di Lauro, Dirigente scolastico del Terzo Circolo Don Bosco per l’accoglienza e il sostegno, che ci ha riservato e la Prof.ssa Maria Rosaria Iorio per la preziosa collaborazione alla nostra iniziativa, oltre a tutte le insegnati che hanno dato la loro disponibilità alla sua realizzazione”.


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie