CASARTIGIANI: “DESTINAZIONE ITALIA” RIVISITATO, FINALMENTE UNA VITTORIA PER LA CATEGORIA DEI CARROZZIERI”
Di Redazione (del 07/02/2014 @ 06:20:25, in Economia, letto 789 volte)

Solo qualche giorno fa Casartigiani Taranto richiamava l’attenzione di organi di stampa, istituzioni e cittadini sui gravi risvolti economici che avrebbe prodotto sugli autocarrozzieri di tutta Italia, ed in particolare su quelli della provincia ionica già fortemente colpiti dalla crisi, l’ultima riforma della   RC Auto, contenuta nell’art. 8 del D.L. 145/13, per l’appunto denominato “Destinazione Italia”.” Un comunicato della associazione aggiorna lo stato legislativo che obbligava i carrozzieri e compagnie assicurative a regole troppo stringenti.

La summenzionata norma – spiega Casartigiani Taranto - avrebbe, infatti, reso obbligatoria, per il risarcimento dei danni ai veicoli incidentati, la c.d. “forma specifica”, vale a dire l’imposizione di far riparare il veicolo incidentato esclusivamente dalle officine di carrozzeria convenzionate con le assicurazioni e pagate direttamente da queste ultime, minando così in modo a dir poco allarmante la concorrenza nel mercato dell’autoriparazione.

Ebbene, l’art. 8, in grado di sollevare le aspre proteste e la mobilitazione degli appartenenti al settore, è stato eliminato. La notizia è delle ultime ore. Una vittoria per questi imprenditori ed anche per Casartigiani che da subito è scesa al loro fianco sull’intero territorio nazionale
.

 

 

 

Insomma, - prosegue il comunicato di Casartigiani Taranto - alla fine sono prevalse le motivate ragioni dei carrozzieri e adesso, come affermano i vertici dell’importante associazione rappresentativa del mondo artigiano, si apre una nuova stagione di riflessione sulla materia e, soprattutto, sulla sopravvivenza di questi lavoratori.

Bisogna dire basta alle forme di abuso di posizione dominante da parte delle compagnie assicurative. Proprio nella città bimare, dove i costi delle polizze assicurative sui mezzi di trasporto sono già alle stelle, preoccupa un dato: dal 2012 ad oggi i carrozzieri si sono dimezzati. Nel giro di due anni, si è passati da 300 a 146, senza dimenticare il peso dei licenziamenti degli addetti
.

 

 

 

Finalmente vengono riconosciute dignità, qualità e professionalità della categoria”, queste le parole del Segretario di Casartigiani Taranto – Stefano Castronuovo. “L’annuncio dello stralcio dell’art. 8 sulla riforma della RC Auto è la dimostrazione che i carrozzieri riescono a far sentire la propria voce e quelli rimasti sul territorio, nonostante i vari problemi figli della congiuntura economica, sono seri e totalmente estranei al mondo delle truffe alle assicurazioni. L’opera di Casartigiani, ad ogni modo, andrà avanti con un preciso obiettivo: la tutela delle professionalità artigiane”.


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie