"SI PUO' DESTINARE MEZZA GIORNATA PER ANDARE ALLA POSTA?" SIAMO ANDATI A VERIFICARE A GROTTAGLIE
Di Redazione (del 06/02/2014 @ 13:00:38, in Sociale, letto 1457 volte)

Le difficoltà che si riscontrano nella fruizione di servizi e nell’attuazione di operazioni presso l’ufficio postale sono particolarità che ormai sono diventante basilari e fondamentali di quella che per eccellenza e la struttura pubblica principale per l’erogazione di servizi alla collettività.

Lunghe file, incessanti tempi di attesa, difficoltà di interazione, scarna socializzazione tra impiegato e utente.

Queste, purtroppo, sono caratteristiche comuni a molti uffici e succursali sparsi su tutta la rete capillare di Poste Italiane.

Tra questi vi è anche la nostra città.
In questi giorni però a Grottaglie la situazione ha assunto contorni e sfaccettature ormai prossime al limite della sopportazione.

Le lunghe file e le code estenuanti ci sono sempre state, soprattutto nei giorni in cui vengono accreditate le pensioni, ma ormai sono decine di giorni che nella città di Grottaglie la situazione è diventata insostenibile.

Così marcata che è dovuto intervenire persino il primo cittadino, il Sindaco Ciro Alabrese, nei giorni scorsi, accogliendo le rimostranze di numerosi cittadini, ha inviato una lettera al Direttore della Filiale di Poste Italiane di Taranto, dott. Antonio Toma, affinché consideri con attenzione la necessità di istituire un ulteriore sportello al fine di venire incontro alle esigenze dei cittadini.

Il Sindaco avrà sicuramente ricevuto le stesse sollecitazioni oggetto di numerose email giunte alla redazione di Gir in cui i nostri lettori ci chiedono di rendere pubbliche le notevoli difficoltà che ogni giorno incontrano nell’accedere agli uffici postali.

“Tre ore di fila per effettuare un versamento sul mio libretto di risparmio”, “Un’ora per prendere una raccomandata”, “Ogni volta devo prendere mezza giornata di permesso per la Posta“, "Oggi ho solo 70 persone davanti a me, ieri erano 165", Fila lunghissima e poi becco pure un impiegato antipatico che mi tratta pure con poco garbo”. Queste sono alcune delle segnalazioni dei lettori di Gir.

Per verificare le cose e accertarci di quanto sia difficoltoso effettuare anche l’operazione più semplice questa mattina ci siamo recati nell’ufficio di Viale Gramsci.

Alle ore 9.41 abbiamo preso il nostro bel numerino.
Lettera A.
Sul display indicava che vi erano circa 50 persone prima di noi e la sala era già completamente piena.

Ci siamo messi in un angolo e abbiamo aspettato con pazienza il nostro turno che vi diciamo è giunto alle 12.20, dopo due ore e quaranta.
Effettuare una semplice operazione su un libretto postale e dedicargli quasi tre ore di fila è davvero troppo.
Nel frattempo abbiamo osservato cosa accade in sala.
C’è chi sbraita contro gli impiegati. Chi si lamenta dicendo che sono lenti. Ch inveisce reclamando di chiamare il direttore. E poi ci sono quelli che sbuffano, chi passa il tempo a giocare al cellulare, chi va via e ritorna sperando che la fila sia diminuita.
Abbiamo provato a chiedere agli impiegati come mai in questi giorni la situazione sia diventata così insostenibile ma non hanno saputo darci risposta.

Destinare diverse ore della propria giornata nell’ufficio postale per effettuare un versamento su un libretto, ritirare un pacco, piuttosto che fare una raccomandata o pagare un bollettino è una situazione tragicomica se si pensa alla società in cui viviamo: carica e ricca di tecnologia e sempre avida di tempo e risorse.

Come dice il Sindaco di Grottaglie: “L’attuale popolazione della città, di quasi 33.000 abitanti, e i numerosi utenti che provengono dai centri vicini, fanno risultare insufficienti gli attuali Uffici operanti rispetto alla domanda. La prova di questo è l’affollamento degli utenti che si registra ad ogni ora presso gli sportelli, costringendoli a lunghe attese al di fuori degli uffici e spesso sotto la pioggia. Spero vivamente,che le istanze dei cittadini vengano seriamente prese in considerazione che considero giuste e sacrosante, anche perché una città come Grottaglie non può contare solo su due Uffici Postali”.

Che dire, speriamo che l’appello del Sindaco venga accolto. Noi di Gir cercheremo di tenere alta l’attenzione su questa vicenda, pertanto vi invitiamo a segnalarci le vostre esperienze con l’ufficio postale scrivendo un messaggio qui in basso, nell’area commenti.

Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie