EXPO 2015, GREENROAD.IT UNISCE PUGLIA, BASILICATA, CALABRIA E LOMBARDIA
Di Redazione (del 16/02/2014 @ 06:03:05, in Territorio, letto 1055 volte)

Mezzogiorno e Lombardia iniziano a correre insieme, guardando all’obiettivo Expo 2015, e a farlo sono un gruppo di aziende pubbliche e private che seguono un unico filo conduttore: la greenroad.it. Un’architettura virtuale, quella appunto del portale web. Niente infrastrutture o grandi opere, ma la messa in rete del patrimonio naturalistico e storico già esistente.

Stop al campanilismo per la nascita di itinerari emozionali, in cui il turista sceglie dove venire – magari più di una volta – ad esplorare zone meno conosciute ma di grande fascino, unite dall’alta qualità della vita nelle quali i prodotti tipici – come ha evidenziato il Gastronauta Davide Paolini – rappresentano l’identità di questi territori. Queste, in sintesi, le tematiche sulle quali ci si è soffermati ieri nella conferenza stampa tenutasi nella prestigiosa sede del Circolo della Stampa di Milano.

L’acronimo F.A.M.E. racchiude il Food, Art, Move ed Energy e la greenroad.it, come ha sottolineato il presidente del GAL Colline Joniche Antonio Prota, trova proprio nel Food una marcia in più, anche in vista di Expo 2015.

 

 

Il campus biomedico di Roma sta conducendo uno studio, per esempio, sull’olio extravergine di oliva della Puglia, e svilupperà una dieta con i prodotti del territorio greenroad.it – ha detto Prota - . Anche le produzioni artigianali, come le ceramiche saranno legate, alla tradizione ma con una forte innovazione in chiave ambientale”. Nel frattempo, già fruibili ecco gli itinerari, di cui alcuni davvero innovativi come quello sull’Alto Jonio con l’associazione Jonio Dolphin Conservation che, non solo permetterà di ammirare i delfini (che qui oramai sono stanziali) a bordo di un catamarano da 30 posti, ma anche i balenotteri da febbraio fino ad aprile.

Tutto questo sarà messo a disposizione attraverso il portale greenroad.it che, è bene precisarlo, non farà intermediazione quindi ognuno individuata l’offerta che gli interessa potrà prenotare direttamente. Per la Basilicata, terra di grandi suggestioni evocate sempre più dal cineturismo, la Fondazione Eni Enrico Mattei rappresentata da Cristiano Re ha ribadito la sua azione volta alla aggregazione ed alla creazione di itinerari che ripercorrono anche quelli del cinema, ma non solo come quello della costa di Metaponto (anch’esso già disponibile nel portale greenroad.it).

D’altra parte, l’anno seguente al film The Passion con Mel Gibson a Matera, il turismo lì ha avuto un picco del + 143%. Segnaliamo la presenza di Confindustria Basilicata con il presidente della sezione Turismo Giovanni Matarazzo. La prosecuzione naturale di questo itinerario non può che essere la Calabria, con i suoi percorsi emozionali sulla Costa degli Achei e nella capitale della liquirizia che è Rossano.

 

 

 

Strategica la sinergia con l’associazione 100 Cascine della Lombardia, riferimento per il turismo rurale, per la quale in conferenza stampa è intervenuto il segretario Alessandro Belgiojoso. Per l’Expo 2015 si prevedono 22 milioni di arrivi e, dalle cascine fino alle masserie della greenroad.it, si sta lavorando su di un’azione di accoglienza “verde”. La valutazione ambientale di greenroad.it affidata ad una vera autorità nel settore, Gabriella Chiellino di Città Sostenibile, è eccellente così come assolutamente agili e imprenditoriali saranno le professionalità, come ha evidenziato il docente universitario Vito Roberto Santamato, presidente di Exiteam spin off università di Bari.

Altre prospettive, legate alle nuove tecnologie, potrebbero aprirsi con la BMW che ha – ha concluso il manager Roberto Olivi – ha appena varato la app Ifoodies con la mappa di 1600 posti dove fare shopping di tipico curata da Slow Food.

 

 

(Si ringrazia Antonella Millarte per la gentile collaborazione)


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie