DISAGIO ECONOMICO O FISICO? POTRESTI BENEFICIARE DEL BONUS IDRICO E OTTENERE IL RIMBORSO
Di Redazione (del 14/02/2014 @ 15:58:08, in Sociale, letto 1429 volte)

L’Autorità Idrica Pugliese ha diffuso un avviso in cui comunica l’erogazione di agevolazioni, bonus e rimborsi in favore delle utenze deboli per gli anni 2012 e 2013.
Nello specifico ha stabilito la concessione di agevolazioni tariffarie consistenti in un rimborso annuale pari al costo del fabbisogno idrico standard e del relativo sevizio di fognatura e depurazione, calcolato in modo differenziato per ciascuna delle tipologie di beneficiari utenti di Acquedotto Pugliese residenti in Puglia che versano in condizioni disagiate .
Per poter beneficiare del rimborso sulle bollette dell’acquedotto il reddito ISEE dei benficiari o il disagio fisico deve rientrare nei limiti stabiliti nell’avviso: QUI DISPONIBILE.
I requisiti da possedere alla richieste del bonus idrico sono quelli di: essere cittadino residente nei Comuni della Regione Puglia in cui il Servizio Idrico Integrato è gestito direttamente da Acquedotto Pugliese S.p.A; aver beneficiato del Bonus Elettrico, per utenza domestica elettrica, nella Regione Puglia, con data inizio dell’agevolazione ricadente nell’anno 2012 e/o 2013; essere direttamente intestatario di una fornitura idrica, ad uso abitativo domestico di residenza, oppure, risiedere in un condominio che è intestatario di contratto idrico ad uso abitativo domestico; la fornitura idrica deve essere attiva al momento della presentazione dell’istanza, ed in regola con i pagamenti nei confronti di Acquedotto Pugliese, ovvero non essere morosa per pagamenti di fatture con scadenza entro il 31 dicembre 2013.
Per altre informazioni, termini e modalità di presentazione della domanda di Bonus Idrico potete consultare l’avviso QUI DISPONIBILE.
Pertanto possono presentare una domanda di bonus idrico tutti i cittadini residenti in Puglia che hanno usufruito nel 2012 ed anche, o solo, nel 2013 di un bonus elettrico per una fornitura localizzata nella Regione Puglia.
I cittadini devono usufruire di una fornitura domestica di acqua potabile erogata dall’Acquedotto Pugliese e non devono sussistere situazioni di morosità nel pagamento delle fatture Per presentare la domanda di bonus idrico occorre avere a disposizione il codice POD della fornitura elettrica, per la quale ha ottenuto un’agevolazione di tariffa elettrica nel corso del 2012 ed anche, o solo, nel 2013; la data di nascita dell’intestatario della fornitura elettrica; il codice cliente ed il numero contratto dell’attuale fornitura idrica AQP.

Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie