PRONTI 800.000 EURO PER CONTRASTARE IL LAVORO NERO
Di Redazione (del 25/02/2014 @ 16:48:13, in Sociale, letto 756 volte)
L’assessore al Lavoro, Leo Caroli, ha partecipato questa mattina al Comitato regionale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, e nell’occasione ha firmato la convenzione per il finanziamento alle Prefetture per le attività di contrasto al lavoro nero.
“La Regione Puglia trasferisce alle prefetture – ha detto - 800mila euro per mettere la benzina nelle auto degli ispettori dell'Inps e dell'Inail, della direzione regionale del lavoro, degli stessi carabinieri perché, in squadra, si possa colpire in maniera mirata il lavoro nero, e diffondere la cultura della legalità”. Alla Prefettura di Bari, saranno versati 160mila euro, a quella della Bat 110, alle prefetture di Foggia, Brindisi, Lecce e Taranto, rispettivamente 150, 110, 140 e 130mila euro.
“Dobbiamo fare in fretta - ha detto Caroli – aggredendo territori e settori dove si annida l'illegalità, come la provincia di Foggia dove, per la raccolta del pomodoro, si sono verificati fenomeni di riduzione in schiavitù, che non dovranno ripetersi mai più. E anche nella Murgia, nel settore del mobile imbottito,si nasconde il lavoro nero negli scantinati e nei sottoscala, mettendo in difficoltà le aziende che lavorano nella trasparenza. Anche nel settore dei trasporti e dell'edilizia e nelle aziende fruitrici di ammortizzatori sociali in deroga, i cui lavoratori non possono e non devono dedicarsi ad attività in nero”.
L’assessore ha poi rimarcato l'attività di contrasto e prevenzione interistituzionale che sta mettendo in campo la Regione, con “ottimi risultati: gli ultimi dati ufficiali sono del 2012 - ha concluso - e parlano di un numero di incidenti mortali che in Puglia si é ridotto da 54 a 49, mentre quello complessivo degli infortuni da 32mila a 28mila, con una riduzione del 12,5% mentre nel resto d'Italia é stata dell'8%”.

Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie