"SINDACO, OPPOSIZIONE, PRETURA, LICEO, DISCARICA E PISCINA" LUNGA INTERVISTA A CIRO D'ALO'
Di Redazione (del 27/02/2014 @ 12:40:00, in Politica, letto 1461 volte)

Era uno dei candidati alla poltrona di Sindaco per la città di Grottaglie.
E’ stato il responsabile e portavoce per tanti anni di tutte le attività promosse dall’associazione che lui stesso ha diretto e fondato con altri amici. Oggi siede tra i banchi dell’opposizione in Consiglio Comunale nel gruppo del Sud in Movimento.

Carlo Caprino incontra Ciro D’Alò in una lunga intervista che pone molti interrogativi e cerca di chiarire diversi dubbi sullo stato socio politico in cui verte oggi la città di Grottaglie amministrata dalla Giunta Alabrese.

Parte subito deciso e risponde puntuale alla domanda di chi afferma che le sue azioni e quelle del Sud in Movimento si siano affievolite dopo l’elezione e l’ingresso in Consiglio Comunale.

E’ stato tra i fondatori del Presidio sulla Discarica di Grottaglie. E’ sceso in piazza per dire no ai rifiuti a Grottaglie. Ha dormito nelle tende presidiando l’ingresso nelle strutture.

Oggi dice di essere attaccato dall’Amministrazione ogni qualvolta il Sud in Movimento scoperchia le pentole e svela gli arcani. Un’amministrazione e un Sindaco che, dice - "non risponde a tutte le interrogazioni consiliari che gli vengono poste."

E poi ci svela i rapporti con Rinascita Civica, l’altro gruppo consiliare vicino nella lotta alla discarica e ai rifiuti e la situazione che potrebbe verificarsi nelle prossime elezioni amministrative e ci racconta di quanto sia difficile muovere l’intera opposizione in azione contro la maggioranza, nonostante si sia fatto promotore di diverse riunioni.

Pensa che si possa andare alle elezioni prima della scadenza naturale del mandato Alabrese, per: "inefficienza della Giunta". E proprio al primo cittadino che lancia gli attacchi più decisi definendolo “l’uomo delle mancate decisioni che continua a tenere due piedi in una scarpa o un piede in due scarpe a seconda delle circostanze non riuscendo a prendere una decisione su nulla”.

Ci racconta cosa ha saputo sulla zona a traffico limitato nel centro storico, la ex pretura e il liceo. Smentendo quanto dichiarato dallo stesso Sindaco e dal Partito Democratico.

E poi sulla Piscina, il centro Servizi per l’agricoltura e gli uffici comunali, verso i quali il Sindaco, a suo avviso, non prende posizione. Pensa che difficilmente la piscina si potrà aprire prima di due anni e che gli agricoltori possano scordarsi il Centro Servizi per l’agricoltura che rimarrà per molti anni una cattedrale nel deserto.

Ecco l'intervista integrale:


Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie