GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA 2014
Di Redazione (del 04/03/2014 @ 15:46:24, in Sociale, letto 847 volte)
Lavoro, comunicazione e violenza sono i tre temi, attorno ai quali ruota la Giornata internazionale della donna 2014. Due giornate, il 5 ed il 7 marzo, per diversi momenti di riflessione ed approfondimento organizzate dalla Regione Puglia e dalla Consigliera Regionale di Parità. 1) Il primo, «La vie en rose - Dalla parte delle donne dei giovani e del lavoro», é un’iniziativa dedicata all'occupazione che si svolgerà mercoledì 5 marzo, dalle 9.30 alle 12.30, in contemporanea nelle Università di Bari (Aula Aldo Moro), Roma Tre (Aula Magna della Facoltà di Lettere e Filosofia), Modena (Facoltà di Giurisprudenza).

L’iniziativa nasce dalla collaborazione di diversi soggetti istituzionali: Consigliera Nazionale di Parità, Direzione Generale dell’Attività Ispettiva del Ministero del Lavoro, Ordine Nazionale dei Consulenti del Lavoro e Consigliere di Parità della Regione Puglia, della Provincia di Roma, e della Provincia di Bari.

L’evento organizzato a Bari, grazie anche alla collaborazione tra Consigliera Regionale di Parità, Università degli Studi “Aldo Moro” e Regione Puglia, “sarà molto operativo” - informa la consigliera di parità Serenella Molendini - “non lunghi dibattiti, ma workshop veloci e postazioni informative finalizzate a catturare l'attenzione dei destinatari a cui fornire informazioni di cui far tesoro nell'approccio col mondo del lavoro: Come si compila un curriculum vitae? Quali profili cercano le aziende? Cos'è l'apprendistato? Quali sono le tutele vigenti per contrastare il lavoro irregolare?”
Le informazioni saranno fornite dalle Consigliere di parità, dai Consulenti del Lavoro di Bari, dagli Ispettori del Lavoro della Direzione Regionale Lavoro, dalle Agenzie per il lavoro, dai Centri per l’Impiego di Bari e Barletta.

Insieme a queste domande, esperti di imprenditoria giovanile e femminile di Confartigianato, esperti della Regione Puglia (assessorati alle Politiche del Lavoro, allo Sviluppo, alle Politiche giovanili, alla Formazione e Istruzione, al Welfare, Eures, Puglia Sviluppo) e dell’Università (Job placement) forniranno informazioni sui più recenti incentivi e agevolazioni messi a disposizione, grazie ai fondi europei, per giovani e donne: Tirocini formativi, NIDI – nuove idee d’impresa, mobilità in Europa, microcredito, Garanzia Giovani, Piccoli sussidi, Borse di ricerca.

Il pomeriggio del 5 marzo, dalle ore 15.30 alle 18.00, l’iniziativa prosegue, a livello regionale, con la tavola rotonda "Donne, lavoro, conciliazione per le famiglie - Le Politiche della Regione Puglia". Saranno presenti gli assessori: alle Politiche giovanili, Guglielmo Minervini, allo Sviluppo economico, Loredana Capone, alla Formazione professionale, Alba Sasso, alle Politiche del Lavoro, Leo Caroli e al Welfare Elena Gentile, per un approfondimento sulle strategie in atto e future. Sono previsti anche i saluti del Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza prof. Massimo di Rienzo e del Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola.

Le postazioni informative rimarranno attive dalle 9.30 alle 18.00. L’intera giornata è stata supportata dal Servizio Comunicazione Istituzionale della Regione Puglia.
Giovedì 7 marzo, dalle 9.30 alle 12.00, presso il Consiglio Regionale (via Capruzzi) ci sarà il convegno: “Un altro genere di comunicazione è possibile?”, in cui sarà presentata la ricerca condotta dalla Consigliera di Parità in collaborazione con il Corecom: “Emittenti locali e differenza di genere: la parola alle donne”. Il convegno, che si inserisce nelle attività previste dall’Osservatorio Regionale sulla comunicazione di genere, prevede interventi del presidente del Consiglio Regionale Onofrio Introna, della Consigliera dell’ordine regionale dei Giornalisti Patrizia Camassa, del gruppo di ricerca Ipres che ha elaborato il rapporto e di Daniela Brancati, ex direttore del TG3, saggista, presidente del Premio Immagini Amiche.

L’introduzione è affidata a Felice Blasi, Presidente Corecom Puglia e Serenella Molendini Consigliera di parità, le conclusioni sono affidate ad Elena Gentile. Durante l’evento sarà consegnata ai/alle partecipanti la copia della pubblicazione.

Per finire, sempre giovedì 7 marzo, ci sarà la presentazione ufficiale, da parte dell’assessore regionale al Welfare, Elena Gentile, del disegno di legge contro la “violenza di genere”.

Gir: 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, dalla Citta' di Grottaglie